Decision to Leave
Dopo un lungo vagare, Park Chan-wook sembra essere finalmente tornato a casa. In concorso a Cannes, Decision to Leave è un thriller sentimentale che pesca a piene e consapevoli mani dal cinema di Hitchcock e Kon, una dimostrazione di straordinaria perizia tecnico-artistica mai fine a se stessa. Leggi tutto
Un lungo viaggio nella notte
Già autore di Kaili Blues, il giovane regista cinese Bi Gan porta a Cannes il suo secondo lungometraggio, Un lungo viaggio nella notte, che ne conferma le grandi doti da metteur en scène, ma che trasmette anche un vago senso di vacuità, forse già in odore di maniera. Leggi tutto
Office 3D
Con Office 3D, Johnnie To si cimenta per la prima volta, in modo diretto, col musical: il risultato, nei limiti di un prodotto destinato al mercato mainland, è apprezzabile e visivamente sontuoso. Alla Festa del Cinema di Roma. Leggi tutto
Blackhat
Michael Mann firma un cyber-thriller in grado di essere virtuale e muscolare allo stesso tempo, omaggia il cinema hongkonghese e scrive una nuova pagina nella storia dell'action. Leggi tutto
The Golden Era
Trent’anni di storia cinese raccontati attraverso la vita della scrittrice Xiao Hong, la sua produzione letteraria, gli amori turbolenti, i cenacoli letterari, la militanza politica. Leggi tutto
Finding Mr. Right
Finding Mr. Right è una commedia che appare priva di un’identità ben definita, orientata più che altro all’inseguimento di modelli americani a cui attinge per mescolare lo shopping di Pretty Woman, il glamour alla Sex and the City e naturalmente l’esplicitamente richiamato Insonnia d’amore. Leggi tutto
Wu Xia
Ambientato nella Cina del 1917, destinata nel corso di pochi decenni a mutare completamente la sua forma, Wu Xia non lesina dettagli sulla vita contadina, contribuendo a rendere credibile anche l'evoluzione più impossibile. Perché, come ogni wuxia che si rispetti, le leggi di natura sono abilmente aggirate... Leggi tutto
Late Autumn
Impreziosito da un crescendo emotivo che finisce per commuovere anche lo spettatore più smaliziato, Late Autumn è un film fragile e qua e là rivedibile, ma carica di una forza espressiva che non può non essere riconosciuta e apprezzata. Leggi tutto