Bones and All
Bones and All, vale a dire "pasto completo". Luca Guadagnino torna all'horror, ma rispetto alla livida Germania streghesca di fine anni Settanta vista in Suspiria gli Stati Uniti attraversati un decennio più tardi dai cannibali Taylor Russell e Timothée Chalamet sono bruciati dal sole. Leggi tutto
Don’t Look Up
Nel cuore della pandemia Adam McKay torna alla regia con Don't Look Up, racconto catastrofico della fine del mondo per colpa di un enorme meteorite che si trasforma nell'occasione per una nuova satira del sistema politico e mediatico statunitense. Leggi tutto
Dune
Titolo tra i più attesi degli ultimi anni, Dune trova in Villeneuve uno dei pochi registi in grado di compiere l'impresa, di scalare la montagna sacra. Il lavoro di scrittura e messa in scena è chiaro, potente, a suo modo profondamente rispettoso del testo originale. Leggi tutto
The French Dispatch
The French Dispatch, con la sua geometria perfetta, la sua cinefilia francofila, il suo racconto della morte, appare come la pietra tombale della prima parte della filmografia di Wes Anderson. Il punto di non ritorno di un approccio estetico che lo stesso cineasta statunitense sembra considerare oramai superato. Leggi tutto
Piccole donne
Va riconosciuto il coraggio a Greta Gerwig per aver deciso di affrontare una volta di più Piccole donne, il capolavoro letterario di Louisa May Alcott. Giocando sui tempi narrativi Gerwig cerca di far sua una materia che resta in ogni caso troppo grande per le sue effettive capacità di messa in scena. Leggi tutto
Un giorno di pioggia a New York
Nel suo cimentarsi con una commedia adolescenziale spassosa e rocambolesca, Woody Allen in Un giorno di pioggia a New York dice la sua sul ruolo dell'intellettuale e sulla sua natura ontologicamente, geneticamente amorale e libertina. Leggi tutto
The King
Riscrittura decisamente personale dell'Enrico IV e dell'Enrico V di Shakespeare, The King - diretto dall'australiano David Michôd - è un cupo e riuscito dramma sull'eredità del potere e sull'eterna, terribile, tentazione della guerra. Fuori concorso a Venezia 76. Leggi tutto
Beautiful Boy
Melodramma familiare sul tema della tossicodipendenza, Beautiful Boy di Felix Van Goeningen non ha in realtà molto da aggiungere oltre al suo monito contro la droga, con buona pace dell’ottimo cast, delle musiche “giuste” e di una ricercata eleganza formale. Alla Festa del Cinema di Roma. Leggi tutto