Il corsetto dell’Imperatrice
Il corsetto dell'Imperatrice riporta in scena la tanto celebrata Sissi, e lo fa raccontando la sua insoddisfazione, ora che è quarantenne, nel dover ancora aderire all'immagine della propria giovinezza. Marie Kreutzer dirige diligentemente ma il film si regge soprattutto sulla splendida interpretazione di Vicky Krieps. Leggi tutto
Stringimi forte
Con Stringimi forte Mathieu Amalric compie una dolorosissima ricognizione sul dolore e sull'elaborazione della perdita attraverso una raffinata e stratificata costruzione narrativa, che diventa anche riflessione sul cinema e sull'arte come unica arma per proteggersi di fronte alle angherie del tempo, e della vita. Leggi tutto
Sull’isola di Bergman
Sull'isola di Bergman di Mia Hansen-Løve è un tributo alla figura e ai luoghi del Maestro svedese costruito su una multipla stratificazione metacinematografica. Più intelligente e affascinante che realmente riuscito, con un buon duetto d’attori tra Tim Roth e Vicky Krieps. Leggi tutto
Old
M. Night Shyamalan torna alla regia con Old e firma una riflessione metafisica sulla vita e la morte, e sul tempo nel cinema e del cinema. Jack Arnold incontra Ingmar Bergman, e insieme provano a fuggire dai paradisi artificiali dell'oggi. Leggi tutto
Millennium – Quello che non uccide
Torna la saga con Lisbeth Salander, stavolta interpretata da Claire Foy. Millennium - Quello che non uccide è tecnicamente un sequel del film diretto da Fincher nel 2011 e ne ripercorre in maniera convincente atmosfere e stilemi nel tentativo di 'classicizzare' la sua protagonista... Leggi tutto
Il giovane Karl Marx
Il giovane Karl Marx è un'opera forse schematica nel suo percorso narrativo, ma dal grande afflato marxista e doverosamente didattica, in un'epoca storica nella quale del filosofo politico ed economico tedesco giunge solo un'immagine distorta. A dirigere il regista haitiano Raoul Peck. Leggi tutto
Il filo nascosto
Profuso di un erotismo al tempo stesso occulto e tangibile, almeno quanto i segreti del suo protagonista, Il filo nascosto di Paul Thomas Anderson intesse con cura feticismo e sadomasochismo, per portare alla luce la sua metafora sull'amore. Leggi tutto
Colonia
Il film di Florian Gallenberger riesuma una pagina buia e poco nota della tragica storia cilena, ma perde per strada spessore e profondità abbandonandosi a una sciatta predominanza dell’elemento melodrammatico. Leggi tutto