Buio
Con Buio Emanuela Rossi esordisce alla regia cinematografica, mettendo in scena una fiaba nera dai contorni post-apocalittici che ragiona sul femminile, sui rapporti di forza e sulla nemesi storica. Un lavoro nel complesso ammaliante. Leggi tutto
Selfie
Dopo Le cose belle, co-diretto con Giovanni Piperno, Agostino Ferrente torna in solitaria a Napoli per dare voce ai giovani abitanti della città partenopea. E, stavolta, con gesto radicale, gli dà anche "l'immagine", consegnando ai suoi due protagonisti lo strumento per riprendersi, un telefonino. Leggi tutto
Sembra mio figlio
Tra i film italiani inediti in Francia presentati ai Rencontres du Cinéma Italien – De Rome à Paris, Sembra mio figlio di Costanza Quatriglio, passato inosservato anche da noi, fa toccare con mano il dramma del popolo hazara, oggetto di persecuzioni e stermini. Leggi tutto
Lo scambio
Tra salotti metafisici e interrogatori nei garage, Salvo Cuccia mescola poliziesco e reali fatti di mafia, ma nel suo calderone gli ingredienti gli sfuggono di mano. In concorso al TFF 2015. Leggi tutto
Italian Gangsters
Torna in Orizzonti Renato De Maria con Italian Gangsters, rievocazione delle vicende di sei criminali della nostra storia. Nuova contaminazione oltre le delimitazioni dei generi, ma il lavoro tra ricostruzione attoriale e materiali d'archivio è pretestuoso e poco significativo, e non si tramuta mai in discorso. Leggi tutto
La vita oscena
Trasposizione dell'omonimo romanzo autobiografico di Aldo Nove, La vita oscena di Renato De Maria è un film squilibrato e irregolare, antipatico e poco riuscito, ma vivo e pulsante, entusiasta. Un alieno nel cinema italiano attuale. Presentato in Orizzonti al Festival di Venezia. Leggi tutto
L’innocenza di Clara
Giunto al suo secondo lungometraggio, Toni D'Angelo con L'innocenza di Clara mette in scena un thriller di provincia che, nonostante le buone premesse, si affloscia ben presto. Leggi tutto