L’età giovane
I Dardenne portano in concorso al Festival di Cannes il loro nuovo film, L'età giovane, un bildungsroman su un tredicenne musulmano radicalizzato. Ma, di fronte a un tema così importante e delicato, i due fratelli si lasciano andare alla superficialità, allo schematismo e anche all'incertezza di toni. Leggi tutto
Dio è donna e si chiama Petrunya
In concorso alla Berlinale 2019, Dio è donna e si chiama Petrunya della regista macedone Teona Strugar Mitevska, focalizzandosi sulla fisicità della corpulenta protagonista, denuncia la persistenza di una società retrograda patriarcale, infarcita dalla religione, che ancora permane in Macedonia. Leggi tutto
Sembra mio figlio
Tra i film italiani inediti in Francia presentati ai Rencontres du Cinéma Italien – De Rome à Paris, Sembra mio figlio di Costanza Quatriglio, passato inosservato anche da noi, fa toccare con mano il dramma del popolo hazara, oggetto di persecuzioni e stermini. Leggi tutto
Che fare quando il mondo è in fiamme?
Roberto Minervini approda in concorso a Venezia con Che fare quando il mondo è in fiamme?, secondo capitolo dell'ipotetica trilogia sulla Louisiana. Uno sguardo sul dominio bianco e sulle angherie che ancora oggi subisce la comunità afrodiscendente. Leggi tutto
Louisiana (The Other Side)
Roberto Minervini scruta nell'intimità di una comunità di dropout della Louisiana e, tra voyeurismo e sensazionalismo, rimette in discussione l'etica del documentario. In Un certain regard a Cannes 2015. Leggi tutto
Grigris
Pur affrontando una tematica classica del suo cinema Mahamat-Saleh Haroun, invece di lavorare di sottrazione come suo solito, esaspera e enfatizza troppo il percorso drammatico del suo ballerino zoppo. Leggi tutto