Space Dogs
Presentato nel concorso Cineasti del presente del 72 Locarno Film Festival, Space Dogs di Elsa Kremser e Levin Peter parte dalla leggendaria cagnolina Laika, lanciata nello spazio nella navicella sovietica, per arrivare ai cani randagi che ora popolano la città di Mosca. Leggi tutto
Solo
Presentato nella sezione autonoma di ACID al Festival di Cannes, Solo di Artemio Benki è la ricognizione del difficile ritorno alla libertà di un pianista argentino, Martín Perino, dopo il ricovero in una struttura psichiatrica. Un documentario con tempi e modalità del cinema di finzione. Leggi tutto
Little Joe
Volutamente trattenuto e anticlimatico, Little Joe di Jessica Hausner è sci-fi del presente, impreziosita da un certosino rigore geometrico e cromatico, pervasa da sonorità sottilmente disturbanti. Presentato in concorso al Festival di Cannes 2019. Leggi tutto
The Ground Beneath My Feet
In un accatastarsi di doppi, opposti e stress lavorativi, The Ground Beneath My Feet di Marie Kreutzer si muove didascalico, confuso e non privo di intenti moraleggianti sui terreni della psiche e del collasso nervoso. In concorso alla Berlinale 2019. Leggi tutto
The Border Fence
In The Border Fence l'austriaco Nikolaus Geyrhalter si concentra sull'urgenza del confine sul Brennero, fra i prefabbricati di controllo e le reti di recinzione pronte per essere installate, fra il drammatico serpeggiare della xenofobia e sempre meno comprensione. Nel concorso documentari del Trieste Film Festival. Leggi tutto
The Interpreter
Diretto dal regista slovacco Martin Šulík, The Interpreter si misura nella difficile impresa di riuscire a far incontrare, comunicare e familiarizzare il figlio di vittime dello sterminio nazista con il figlio di uno dei carnefici. Nel concorso lungometraggi al Trieste Film Festival. Leggi tutto
Styx
Il secondo lungometraggio del quarantottenne viennese Wolfgang Fischer è una riflessione amara sull'Europa e sul suo rapporto col fenomeno migratorio, visto da più parti come un nemico da abbandonare in mare, senza supporto. Leggi tutto
Angelo
Angelo, opera seconda dell'austriaco Markus Schleinzer, è il racconto rivisto e corretto della vita di Angelo Soliman, istruito per diventare "nero di corte" a Vienna nel Settecento. Peccato che dal film venga epurata qualsiasi complessità psicologica del personaggio... Leggi tutto