The Woman and the Glacier
Seguendo il lavoro di una scienziata tra le montagne del Kazakistan, il cineasta lituano Audrius Stonys in The Woman and the Glacier riflette sul confronto, necessariamente impari, tra l'uomo e la Natura. Uno dei grandi film della 28esima edizione del Trieste Film Festival. Leggi tutto
Close Relations
Mentre nel 2014-2015 la Crimea passava alla Russia e in Donbass si cominciava a sparare, Vitalij Manskij continuava a viaggiare per l'Ucraina cercando invano di tenere unita la propria famiglia. Close Relations, in anteprima italiana al Trieste Film Festival. Leggi tutto
Tangerines
Con un po' di ritardo arriva nelle nostre sale Tangerines di Zaza Urushadze, opera estone-georgiana nominata all'Oscar e al Golden Globe 2015 per il miglior film straniero. Apologo pacifista decisamente prevedibile che sconta un approccio didascalico al racconto. Leggi tutto
Ausma
Geniale riscrittura del cinema ejzenstejniano, Ausma della cineasta lettone Laila Pakalnina rilegge un episodio classico della propaganda sovietica - un figlio che denuncia il padre alla polizia segreta - per 'sfaldarlo' di senso in un mondo governato dal caos e non dal socialismo. In concorso alla 27esima edizione del Trieste Film Festival. Leggi tutto
In the Crosswind
Affascinante e suggestivo, In the Crosswind (Risttuules) di Martti Helde racconta le deportazioni sovietiche della popolazione estone attraverso una serie di tableaux vivants. In concorso al Trieste Film Festival 2015. Leggi tutto
A Lady in Paris
Una pellicola umbratile, densa di stati d’animo che fluttuano nelle stanze di un appartamento così come nelle passeggiate in una Parigi notturna che fa da specchio alle psicologie dei personaggi. Leggi tutto
The Visitor
Il giovane regista finlandese Jukka-Pekka Valkeapää esordisce al lungometraggio con The Visitor, misterica incursione nella foresta, tra il fiabesco e il drammatico. Leggi tutto