Hostages
Il tentato dirottamento di un aereo in Georgia nel 1983, attraverso il quale sette giovani dell'élite del paese tentarono la fuga in Occidente, viene raccontato in Hostages in modo desolatamente maldestro. Alla Festa del Cinema di Roma. Leggi tutto
Tangerines
Con un po' di ritardo arriva nelle nostre sale Tangerines di Zaza Urushadze, opera estone-georgiana nominata all'Oscar e al Golden Globe 2015 per il miglior film straniero. Apologo pacifista decisamente prevedibile che sconta un approccio didascalico al racconto. Leggi tutto
Chant d’hiver
L’ultima fatica del grande cineasta georgiano naturalizzato francese Otar Iosseliani, presentata in concorso al 68° Festival di Locarno. Chant d'hiver è un’opera di grande lievità e dal gusto spiccatamente grottesco cui il regista ci ha abituati. Leggi tutto
Internat
Come poter conservare la memoria collettiva quando si è persa la terra natia: Internat di Maurilio Mangano affronta questo tema enorme, non senza qualche difficoltà, seguendo i georgiani sradicati dalla regione dell'Abcasia, dichiaratasi territorio indipendente. Leggi tutto
Corn Island
Un’elegia panteista funestata dalla forza incontrollabile della natura, da un’adolescenza sul punto di esplodere e da questioni geopolitiche irrisolte: Corn Island del georgiano George Ovashvili. Film vincitore del Trieste Film Festival 2015 e ora in sala. Leggi tutto
The President
Mohsen Makhmalbaf inaugura la sezione Orizzonti a Venezia con una fiaba moderna di spirito apolide e afflato universale. Prevedibilmente didascalico, debolmente ambiguo, troppo spesso adagiato su facili soluzioni. Leggi tutto
Blind Dates
Ulivo d’Oro alla 15esima edizione del Festival del Cinema Europeo di Lecce, Blind Dates del georgiano Levan Koguashvili è una tragicommedia degli equivoci con uno humour folgorante e un gruppo di interpreti di grande efficacia. Leggi tutto