January
Pochi mesi dopo la vittoria a Tribeca, January di Viesturs Kairišs trionfa anche alla 17ma Festa del Cinema di Roma, portando in Lettonia i premi come miglior film e miglior regia del concorso Progressive Cinema. Un'immersione metacinematografica nel gennaio 1991 che fece la Storia repubblicana del Paese. Leggi tutto
Alizava
Presentato in concorso alla 58a Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro, Alizava è il mediometraggio d'esordio del filmmaker lituano Andrius Zemaitis. Tutto gravita attorno alla bambina orfana che dà il titolo al film, alle sue esplorazioni nel territorio dove vive, un paesaggio spoglio e desolato. Leggi tutto
The Natural History of Destruction
Come inchiodare il presente alle evidenti e tragiche responsabilità attraverso una lucidissima lettura del passato: Loznitsa aggiunge con il suo nuovo lavoro d'archivio un altro preziosissimo tassello a una filmografia già gigantesca, a un corpus cinematografico che è memoria, analisi, scandaglio della Storia Leggi tutto
As Far as I Can Walk
Presentato in concorso al 33 Trieste Film Festival, e trionfatore a Karlovy Vary, As Far as I Can Walk di Stefan Arsenijević racconta una storia di migranti africani, di quelle come tante che vediamo tutti i giorni anche alle nostre latitudini, conferendovi un respiro da poema epico cavalleresco. Leggi tutto
The Flood Won’t Come
Opera prima del filmmaker armeno-lituano Marat Sargsyan, The Flood Won’t Come è un film costituito da una serie di episodi sul tema della guerra, che passa da momenti di estrema crudezza e drammaticità, ad altri di impianto onirico e allegorico. Presentato alla Settimana Internazionale della Critica 2020. Leggi tutto
Oleg
Presentato in concorso al 31 Trieste Film Festival, dopo la première alla Quinzaine des Réalisateurs, Oleg è una storia di immigrazione, di disagio e sfruttamento, dove il mattatoio in cui lavora il protagonista è la facile metafora della condizione di schiavitù in cui versano tanti immigrati. Leggi tutto
Parthenon
Opera che fa del vortice visivo il suo punto di partenza – e forse d’arrivo – Parthenon è l’esordio alla regia del lituano Mantas Kvedaravičius. Un viaggio visionario che ricerca nei luoghi bui, nel chiuso delle stanze, il dolore e la memoria, attraverso una rigorosa messa in scena del corpo. Leggi tutto
Putin’s Witnesses
Nell'emergere sempre più lampante delle derive dittatoriali della Russia di Putin, Vitalij Manskij pentito del suo iniziale sostegno al presidente torna sul materiale girato nei primi anni Duemila nelle stanze del Cremlino per fare pubblica ammenda. Al Trieste Film Festival. Leggi tutto