Utøya 22. juli
Presentato in concorso alla Berlinale 2018, Utøya 22. juli di Erik Poppe mette in scena con un lungo ed estenuante piano sequenza di settantadue minuti la strage sull'isola norvegese di Utøya. Un tour de force tecnico-artistico... Leggi tutto
Las herederas
Opera prima del paraguaiano Martinessi, in concorso alla Berlinale 2018, Las herederas si nutre del ruolo e del corpo di Ana Brun/Chela. Una performance di sofferenza e sottrazione, così legata al proprio corpo, al tempo che passa. Leggi tutto
Valley of Shadows
Valley of Shadows segna l'esordio alla regia di un lungometraggio del norvegese Jonas Matzow Gulbrandsen. Un viaggio iniziatico che gioca con gli stilemi dell'horror ma che finisce per rimanere troppo in superficie. Alla Festa del Cinema di Roma 2017. Leggi tutto
La fidanzata di Glomdal
Ne La fidanzata di Glomdal, Carl Theodor Dreyer punta il dito contro i matrimoni combinati. Un titolo probabilmente minore, ma sono già molte le anticipazioni della sua grandezza e della sua classe. Alle Giornate del Cinema Muto 2017. Leggi tutto
Samui Song
Samui Song è il titolo del nuovo film di Pen-ek Ratanaruang, tra i nomi centrali di quella che venne definita all'epoca la 'new wave thai'; lo studio di una donna costretta a confrontarsi con un universo prettamente maschile, dominante e aggressivo. Leggi tutto
Karenina & I
Presentato al Biografilm Festival, Karenina & I è un racconto di viaggio, alle radici di Anna Karenina e di Tolstoj, in un paese, nella sua lingua e nella sua cultura, nel teatro. Leggi tutto
La familia
Presentato alla Semaine de la Critique, La familia, esordio del venezuelano Gustavo Rondón Cordova, è un aspro ed efficace romanzo di formazione, con echi da Ladri di biciclette. Leggi tutto
Bright Nights
In concorso alla Berlinale 2017, il film di Arslan è un on the road minimalisma, apprezzabile nella confezione ma quasi impalpabile, inconsistente, pigramente adagiato sui paesaggi norvegesi e sulla presenza scenica del pur bravo Georg Friedrich. Leggi tutto