Il diritto di uccidere
Helen Mirren, guerra dei droni ed etica militare. Il diritto di uccidere di Gavin Hood si affida al "dramma digitale" per tentare una riflessione sulle rinnovate tecnologie belliche, senza sollevarsi mai da un forte sospetto di fasullo. Ultimo film per Alan Rickman. Leggi tutto
The Endless River
Dal Sudafrica arriva un melodrammone zeppo di ridicolo involontario, scolastico nella messinscena e nella recitazione. Incredibilmente in concorso a Venezia. Leggi tutto
Humandroid
Dopo il futuro distopico di Elysium, Blomkamp torna con Humandroid a temi e luoghi più consoni alla sua science fiction futuribile, sociopolitica e intrisa di un più che apprezzabile (neo)realismo grafico e visivo. Presentato in anteprima al Bif&est 2015. Leggi tutto
Safe House – Nessuno è al sicuro
Niente di nuovo, è vero, ma Safe House condensa alla perfezione tutte le caratteristiche del film di spionaggio: massima attenzione per le scene d’azione, ipertecnologizzate e adrenaliniche, schermi che spiano i personaggi ovunque, proliferazione di organi e corporazioni che si intrecciano nelle vicende narrate. Leggi tutto
Doomsday
Neil Marshall si lancia nel filone post-apocalittico, guardando dalle parti di John Carpenter e George Miller, ma anche al John Boorman di Excalibur. Un'opera affascinante, non del tutto compiuta ma che conferma il talento visivo del regista britannico. Leggi tutto