No Place for Tears
Preziosa testimonianza della resistenza curda nei confronti dell'Isis, No Place for Tears di Reyan Tuvi mostra la vita quotidiana di un popolo unito nella sofferenza e nel riscatto. Al Trieste Film Festival per il focus Made in Kurdistan. Leggi tutto
The Gulf
Analisi geologico-antropologica ambientata nella città di Smirne, The Gulf di Emre Yeksan è uno degli esordi più brillanti della Settimana Internazionale della Critica 2017. Leggi tutto
Meteors
Meteors è il promettente esordio al lungometraggio del turco Gürcan Keltek, nella sezione Cineasti del Presente alla 70esima edizione del Locarno Festival; uno stratificato viaggio nel temporale della Storia e della guerra, gremito di ossessioni cosmiche ed esistenzialiste. Leggi tutto
Rosso Istanbul
Tra frasi fatte sul rapporto arte e vita e l'eterno ritorno della casa abitata dai fantasmi del passato, Ozpetek con Rosso Istanbul dichiara apertamente la crisi in cui versa il suo cinema. Leggi tutto
La canzone perduta
La tragedia dei curdi, l'alienazione metropolitana, un villaggio smarrito nella memoria, una lingua a cui aggrapparsi per conservare e tramandare la propria identità culturale. Premiato in vari festival, La canzone perduta di Erol Mintas racconta solitudine e confusione esistenziale nella Turchia di oggi. Leggi tutto
Mustang
L'esordio alla regia di Deniz Gamze Ergüven, candidato all'Oscar scelto dalla Francia, è un film corale sull'adolescenza femminile in Turchia non esente da difetti, ma vitale e interessante. In Alice nella città e in sala dal 29 ottobre. Leggi tutto
Frenzy
Opera seconda del regista turco Emin Alper presentata in concorso alla Mostra di Venezia. Un ritratto impietoso di uno stato di polizia, che, dietro un’immagine ‘friendly’, fa tabula rasa di nascosto dei nemici e dei marginali, dove fanno resistenza storie di amicizia e rapporti fraterni. Leggi tutto
Motherland
Nuove riletture di neorealismo mediorientale all'insegna dell'inquietudine, del mistero e del dramma espressionista. Oscure e melmose profondità in un rapporto madre-figlia: Motherland è l'opera prima della turca Senem Tüzen. Alla Settimana Internazionale della Critica. Leggi tutto