Light of My Life
Western post-apocalittico e fiaba nera sulla paternità Light of My Life di Casey Affleck è un film ambizioso, ben diretto e visivamente ammaliante, ma non del tutto compiuto. Alla Festa del Cinema di Roma in Alice nella città. Leggi tutto
Ben is Back
Film di scrittura e interpreti più che di regia, Ben is Back è un apprezzabile dramma psicologico sulla tossicodipendenza, che schiva gli stereotipi lasciandosi perdonare qualche forzatura narrativa. Leggi tutto
Pupazzi senza gloria
Impostato sull'idea - a suo modo geniale - che si può far fare a dei peluche tutto quello che nel cinema odierno non è più permesso agli umani - sesso, droga, violenza - Pupazzi senza gloria di Brian Henson si pone quale film dalle ambizioni persino politiche, oltre che come piacevole e cinico racconto tra l'hardboiled e il demenziale. Leggi tutto
Suburbicon
Scritto a otto mani dai fratelli Coen, da Clooney e dal fidato Heslov, Suburbicon è un divertissement brillante, capace di intrattenere con secchiate di humor nero e sana violenza, e di veicolare ideali pienamente condivisibili. In concorso a Venezia 2017. Leggi tutto
Gold – La grande truffa
Racconto americano che descrive un impero di cartapesta, costruito su una bugia da subito (in)visibile, Gold - La grande truffa sacrifica molto, in termini di equilibrio narrativo, all’umorale e ingombrante prova di Matthew McConaughey. Leggi tutto
The Imitation Game
Nel novero dei Film da Oscar, The Imitation Game ha il pregio e il difetto di osare la versione più complessa del ricettario, salvo poi lanciarsi in un'esecuzione piuttosto sobria e convenzionale, elevata dalla parabola dell'attore Benedict Cumberbatch. Leggi tutto
Broken City
Noir che ambisce a tratti alla classicità ma che spesso si incaglia in un eccesso di intreccio, Broken City di Allen Hughes finisce per reggersi soprattutto grazie alle ottime prove di Mark Wahlberg e Russell Crowe. Leggi tutto