Coupez!
Più inutile che deludente, Coupez! apre Cannes rifacendo senza nulla aggiungere One Cut of the Dead, strepitoso successo del cinema ultra-indipendente giapponese. Hazanavicius giostra il suo cast di stelle con poca verve, si accontenta di una copia carbone, segnando l'ennesimo punto a sfavore dei remake. Leggi tutto
Arthur Rambo – Il blogger maledetto
Ispirato alla vera vicenda dello scrittore, giornalista e blogger franco-algerino Mehdi Meklat, Arthur Rambo di Laurent Cantet vorrebbe proporsi come dramma etico dedicato alle attuali derive della comunicazione e dei social network. Dopo un buon avvio, il risultato è purtroppo incerto. Leggi tutto
Full Time – Al cento per cento
Dopo aver preso parte alla Mostra di Venezia in Orizzonti, dove Eric Gravel è stato premiato per la miglior regia e Laure Calamy per l'interpretazione femminile, arriva in sala Full Time, efficace per quanto non troppo originale racconto delle difficoltà quotidiane di una madre divorziata e lavoratrice. Leggi tutto
Peter von Kant
A distanza di cinquant'anni esatti dal capolavoro, uno dei tanti, di Fassbinder, Le lacrime amare di Petra von Kant, che venne presentato alla Berlinale, il festival tedesco apre la sua edizione 2022 con un remake libero di quell'opera, Peter von Kant di François Ozon. Leggi tutto
Estate ’85
Pluriaccessoriato, cerebrale e inevitabilmente poco romantico, Estate '85 di François Ozon è un teen movie estivo che ha scarsa fiducia in se stesso e pertanto si circonda di feticci e tediose elucubrazioni intellettuali. Alla Festa del Cinema di Roma. Leggi tutto
La belle époque
La storia del mondo come rappresentazione a fini capitalistici. Parte da un assunto estremamente impegnativo il secondo film di Nicolas Bedos, La belle époque, che declina però ben presto verso una - pur gradevole - commedia sentimentale e nostalgica. Alla Festa del Cinema di Roma. Leggi tutto
Adults in the Room
Fuori concorso a Venezia 76, Adults in the Room è il film che un cineasta con la storia di Costa-Gavras non poteva non fare: il racconto della crisi greca. Lo mette in scena - con qualche debolezza visiva - adattando l'omonimo libro di memorie (scottanti e scomode) di Yanis Varoufakis. Leggi tutto
L’ufficiale e la spia
Con L’ufficiale e la spia Roman Polanski racconta il famigerato affaire Dreyfus con rigore e tensione montante, in un film-inchiesta volto a far emergere, fuor di retorica e fosse anche per un breve inter-mezzo nella Storia, la verità e la giustizia. In concorso a Venezia 76. Leggi tutto