Djam
Presentato al Trieste Film Festival, dopo l'anteprima a Cannes al Cinéma de la plage, Djam è il film in cui la poetica di Tony Gatlif, della musica e della danza come motori primi della vita e del cosmo, si incontra con l'Europa della crisi economica e dell'emergenza immigrazione. Leggi tutto
Eva no duerme
Nel film di Pablo Agüero si racconta la figura iconica di Evita Perón, in grado di influenzare la politica argentina anche da morta. Soprattutto da morta. Alla Festa del Cinema di Roma 2015. Leggi tutto
Il Padre
Il centenario del cinema turco, il genocidio armeno, la spendibilità di Fatih Akin presso la stampa internazionale, il faccino bello e la notorietà di Tahar Rahim non risollevano le sorti di una pellicola che confonde la Storia con i feuilleton, il classicismo con la piattezza... Leggi tutto
The German Doctor
Lucia Puenzo mescola un topos classico della sua filmografia, l'edificazione dell'identità sessuale, a un evento storico dal portato ben più gravoso, ma il risultato è malfermo e disturbante. Leggi tutto
L’amante inglese
Non brilla per ritmo e coerenza la narrazione de L'amante inglese, eppure si rimane incollati allo schermo. Il merito? Tutto da ascrivere alle performance di un cast stellare, in grado di complicare e problematizzare un'escalation di amour fou che altrimenti non avrebbe lasciato un segno poi così profondo... Leggi tutto
Le tre scimmie
Il turco Nuri Bilge Ceylan si affida pienamente alla cura pittorica dell’inquadratura, a una narrazione spesso sospesa in favore della suggestione di atmosfere livide, crepitanti. Leggi tutto
Je m’appelle Elisabeth
Je m'appelle Elisabeth, visto nel 2006 alla Festa del Cinema di Roma all'interno della selezione di Alice nella Città, è l'opera più matura tra quelle dirette fino a questo momento dal transalpino Jean-Pierre Améris. Leggi tutto