Creepy
Titolo di punta del Far East 2016, Creepy di Kiyoshi Kurosawa ci trascina in fondo a un buco nero, a una voragine che nella vita reale potrebbe aprirsi a un passo da noi, sotto i nostri occhi e il nostro naso. Inquietante, ipnotico, narrativamente spregiudicato. Leggi tutto
Three Stories of Love
Il film di Ryosuke Hashiguchi naviga a vista in un mosaico di personaggi e nella loro cupa depressione per mettere in scena la faccia più nera del Giappone post-Fukushima: un sottobosco di povertà e di ingiustizie, una popolazione in cerca spasmodica d'amore per rialzarsi. Buono l'affondo emotivo, meno quello politico. Al Far East 2016. Leggi tutto
Carmen torna a casa
Carmen torna a casa di Keisuke Kinoshita è il primo film a colori della storia del cinema giapponese. Riscoprirlo a sessant'anni dalla sua realizzazione permette di aprire gli occhi su un'opera preziosa, gioiello di rara vitalità espressiva. Leggi tutto
The Happiness of the Katakuris
Oggetto di culto difficile da maneggiare, il film di Takashi Miike è un folle pastiche ultra-pop in cui tutto viene frullato in maniera indiscriminata, dall'animazione al disaster movie, dall'horror al musical. Leggi tutto
Storia dell’ultimo crisantemo
Tra i molti capolavori di Kenji Mizoguchi perduti negli abissi della memoria Storia dell'ultimo crisantemo (Zangiku monogatari, 1939) è uno di quelli in cui si avverte con maggior forza il discorso teorico sulla messa in scena e sul piano sequenza. Recuperato in una copia digitale a Cannes Classics 2015. Leggi tutto
The Tragedy of Bushido
Tra i capolavori sepolti della nuberu bagu giapponese degli anni Sessanta, il film d'esordio di Eitaro Morikawa svela le ipocrisie delle regole "d'onore" della vita dei samurai. Un'opera fiammeggiante, riscoperta al Far East 2015. Leggi tutto
Ecotherapy Getaway Holiday
Una commedia al femminile più che femminista, aggraziata, minimale, divertente ma anche vagamente sterile. Un'opera minore per Shuichi Okita, già regista dell'ottimo The Woodsman and the Rain e dello splendido The Story of Yonosuke. Leggi tutto
Chasuke’s Journey
Tra gli ultimi film in concorso alla Biennale il giapponese Chasuke’s Journey, che si effigia del marchio di fabbrica dell’Office Kitano. Il regista Sabu ritorna così al festival della capitale tedesca che lo vide debuttare nel 1997 nella sezione Panorama, con la sua opera prima D.A.N.G.A.N. Runner. Leggi tutto