The Irishman
Per nulla epico, a tratti funereo e stilisticamente anche poco vistoso, The Irishman di Martin Scorsese è un articolato requiem su gangster consunti, un omaggio accorato e sincero al talento dei suoi interpreti. Alla Festa del Cinema di Roma 2019. Leggi tutto
Silence
In Silence Martin Scorsese torna a ragionare sul significato di fede, sul conflitto culturale e sulla necessità di aprirsi all'altro per comprendere se stessi, e dare un reale peso alle proprie convinzioni. Leggi tutto
The Wolf of Wall Street
The Wolf of Wall Street segna la quinta collaborazione tra Martin Scorsese e Leonardo Di Caprio. Una pellicola delirante e afrodisiaca, amara ed esilarante, ricolma di allettanti controindicazioni. Leggi tutto
Mean Streets
La violenza di Mean Streets, opera terza e primo capolavoro della filmografia di Martin Scorsese, non è solo cinematografica, ma reale: penetra sottopelle, come l'umore di una New York già livida, omicida, ferale. Con Harvey Keitel e Robert De Niro, un'opera seminale. Leggi tutto
American Boy: A Profile of Steven Prince
Alla Festa del Cinema di Roma è stato possibile riscoprire a oltre venti anni di distanza American Boy: A Profile of Steven Prince, viaggio documentario di Martin Scorsese sul corpo e il volto di un ragazzo qualunque e straordinario allo stesso tempo, il suo amico Steven Prince. Leggi tutto
No Direction Home: Bob Dylan
Con No Direction Home: Bob Dylan, Martin Scorsese prosegue la sua mappatura enciclopedica dell’immaginario statunitense, cimentandosi con la metamorfica personalità di un'icona senza tempo, né direzione certa. Leggi tutto