Les Parapluies de Cherbourg
Palma d'oro a Cannes 1964, il meraviglioso musical di Jacques Demy torna sulla Croisette nella sezione Cannes Classics. Musical dirompente nella sua semplicità, ancora freschissimo nonostante lo scorrere dei decenni, il film di Demy è un inno pervaso di nostalgia all'amore... Leggi tutto
Law and Order
Terzo film da regista per Frederick Wiseman dopo Titicut Follies e High School, Law and Order vede il documentarista alle prese con la vita quotidiana delle forze dell'ordine che pattugliano una zona tutt'altro che pacificata di Kansas City. Leggi tutto
Taxi Driver
Rivedere Taxi Driver oggi significa anche riscoprire quanto il film di Scorsese sia in grado di insinuarsi sotto pelle e nei nervi di chi, come il protagonista Travis Bickle, come noi, osserva la realtà circostante, ma ciò che vede non gli piace per nulla, è afflitto da una disillusione personale e politica, è pieno di rabbia. Leggi tutto
Secondo amore
Bis della coppia Rock Hudson-Jane Wyman, di nuovo diretti da Douglas Sirk dopo l’enorme successo di Magnifica ossessione, Secondo amore è un distillato stilistico che conduce alle sue estreme conseguenze la coerente riflessione estetica dell’autore sul melodramma classico. Leggi tutto
Gioventù bruciata
Primo melodramma e primo CinemaScope per Nicholas Ray, Gioventù bruciata è il ritratto realistico/iperrealista di una generazione di giovani che, sentendosi confusa e incompresa, veniva per la prima volta alla ribalta, con violenza, tanto nella realtà quanto al cinema. Leggi tutto
Johnny Guitar
Con Johnny Guitar Nicholas Ray riveste di una patina western un melodramma fiammeggiante, negando gli spazi aperti tipici del genere a favore di un non-luogo claustrofobico, privo di vie di fuga, che simboleggia l'interiorità contorta dei suoi personaggi. Leggi tutto
Flaming Creatures
Flaming Creatures è il sogno notturno del baccanale, dell'infinita posa orgiastica, del ballo instancabile come unica reazione alla marmorea fissità del tempo, della società borghese; un atto sovversivo e collettivo, con cui Jack Smith contribuisce a creare il New American Cinema. Leggi tutto
Lo specchio della vita
Nel suo commiato a Hollywood, con Lo specchio della vita (1959) Douglas Sirk elabora una grande metafora sull'arte e al contempo si congeda dagli studios con un ritratto feroce dell'America segregazionista, nonché con un quadro impietoso della società dello spettacolo. Leggi tutto