Si può fare l’amore vestiti?
Può una persona, attraverso la sua professione, stravolgere gli equilibri di un paese e dei suoi abitanti? È la storia di Aurora, trentenne solare e ottimista, che fugge dal suo paesino in Puglia per trasferirsi a Roma e specializzarsi in sessuologia... Leggi tutto
Gladiatori di Roma
Lo script è la cartina tornasole di un progetto che scimmiotta gli schemi triti e ritriti dell’animazione in CG della DreamWorks e della Blue Sky: una trama esile, quasi invisibile, un frullato che mescola Jovanotti e Batman, Tina Turner e doping, fanciulle con curve mozzafiato e gladiatori paffuti... Leggi tutto
Sex and the City 2
Sex and the City 2 è il ritorno sulla scena del crimine delle quattro amiche newyorchesi, sempre per la regia di Michael Patrick King. Un'opera vacua, imbarazzante, priva di qualsiasi senso del ritmo, dell'umorismo, e dell'etica. Leggi tutto
Scusa ma ti voglio sposare
A soli pochi mesi di distanza dal già deteriore Amore 14 Scusa ma ti voglio sposare testimonia una volta di più il catastrofico immaginario cinematografico e politico di Federico Moccia. La speranza è che le adolescenti non abbiano più voglia di sognare il principe azzurro con il SUV. Leggi tutto
Altar
Altar racchiude in qualche modo al suo interno la quintessenza del cinema di Rico Maria Ilarde, regista filippino che si muove nel campo dell'horror autarchico, con produzioni a bassissimo costo e un solido immaginario di riferimento. Ma l'ispirazione? Leggi tutto
Che la fine abbia inizio
Che la fine abbia inizio di Nelson McCormick, remake di un classico (per quanto stanco) del 1980, certifica lo stato di crisi dell'horror a Hollywood e dintorni. Una crisi di idee, ma anche e soprattutto di immaginario. Leggi tutto