Il n’y aura plus de nuit
Presentato in concorso alla alla 56a Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro Il n’y aura plus de nuit di Éléonore Weber è un film costruito con le immagini degli obiettivi degli elicotteri militari francesi che dall'alto eliminano i sospetti guerriglieri in Afghanistan o Iraq. Leggi tutto
Il vendicatore di Jess il bandito
Sorta di bizzarro sequel di Jess il bandito di Henry King, Il vendicatore di Jess il bandito segna il primo incontro di Fritz Lang con il western e anche con la fotografia a colori. A Lang però non interessa la vendetta, ma la riflessione sulla morale, e sulle scelte anche dolorose che comporta. Leggi tutto
Model Shop – L’amante perduta
Avventura americana per Jacques Demy, Model Shop segue alcune linee narrative delle sue precedenti opere per raccontare gli USA nel pieno del Sessantotto, le comunità di hippies, l'ombra della guerra in Vietnam, ma anche la dimensione urbana fatta di highway percorse da macchine decappottabili. Leggi tutto
Le regole dell’attrazione
A distanza di quasi dieci anni da Killing Zoe Roger Avary torna alla regia cinematografica adattando Le regole dell'attrazione di Bret Easton Ellis; un'operazione testarda, che cerca di spingere lo sguardo "adolescente" verso pratiche non consone per l'industria. Leggi tutto
Una lucertola con la pelle di donna
Una lucertola con la pelle di donna è il secondo thriller diretto da Lucio Fulci, che dimostra di saper gestire una sceneggiatura a dir poco confusionaria facendo leva su lampi di pura visionarietà che annichiliscono lo sguardo, proponendo sempre traiettorie inusitate in grado di scardinare la logica psicanalitica. Leggi tutto
Fuga per la vittoria
Difficile pensare a Fuga per la vittoria senza John Huston. Prima di Pelè e Ardiles, Caine e Stallone, è lui il fuoriclasse che riesce a tenere a bada retorica e cliché, orchestrando un grande spettacolo hollywoodiano. Leggi tutto
La guerra dei mondi
Steven Spielberg rilegge con La guerra dei mondi il classico della fantascienza di H.G. Wells, raccontando l'apocalisse dell'umanità, il crollo inevitabile del mondo moderno, il rapporto con l'alieno come qualcosa di tragico. Insieme a Minority Report il più dichiaratamente politico dei suoi blockbuster. Leggi tutto