Baci e abbracci
Baci e abbracci è la quarta regia di un lungometraggio per Paolo Virzì. Film natalizio à la Capra, rarità assoluta nel panorama italiano, è anche l'intelligente rilettura di un classico della letteratura come L'ispettore generale di Gogol', nonché (ovviamente) di Gli anni ruggenti di Luigi Zampa. Leggi tutto
A Better Tomorrow III
A Better Tomorrow III va indietro nel tempo rispetto ai due predecessori e scopre le avventure di Mark Lee in quel di Saigon nel 1974 subito prima dell'arrivo dei Vietcong. A dirigire è Tsui Hark, che si è "liberato" di John Woo e firma un'opera epica, che non ha più bisogno dello skyline hongkonghese. Leggi tutto
L’inglese
Solido action thriller urbano, noir e vengeance movie, L'inglese di Steven Soderbergh è un lucido ed elaborato apologo su quel che resta della controcultura: ormai più nulla, i sopravvissuti hanno saccheggiato e svenduto tutto. Leggi tutto
Arriva John Doe
Arriva John Doe è l'ultimo film diretto da Frank Capra prima che gli Stati Uniti facciano il loro ingresso nella Seconda Guerra Mondiale, ed è anche l'opera che testimonia il sempre difficile rapporto tra lui e lo Studio System. Un apologo tra i più amari della sua carriera. Leggi tutto
I nostri anni
Lungometraggio d'esordio di Daniele Gaglianone, I nostri anni è un film sulla Resistenza e sulla memoria della lotta partigiana, che si basa su uno snodo morale cruciale a distanza di cinquant'anni dai fatti, sui sentimenti dei reduci nei confronti degli aguzzini fascisti. Leggi tutto
L’anno del dragone
Complesso, stratificato e a tratti scostante, proprio come il suo protagonista, L'anno del dragone di Michael Cimino è un poliziesco urbano cupo e sontuoso, oscillante tra l'epica western e la disillusione per un sogno americano tradito da tempo. Leggi tutto
Lo straniero
Unico film "normale" della filmografia di Orson Welles, Lo straniero è un thriller anti-nazista in cui l'autorialità wellesiana emerge di tanto in tanto, celata sotto le spoglie della classicità hollywoodiana. Leggi tutto