Crest of Betrayal
In Crest of Betrayal Kinji Fukasaku, giunto alla cinquantasettesima delle sue sessanta regie per il cinema, mescola con sapienza due storie fondamentali del folklore giapponese: da un lato i 47 ronin, e dall'altro il fantasma di Yotsuya del Tokaido. Ne viene fuori un pastiche vitale e sorprendente. Leggi tutto
Operazione paura
Tra i massimi capolavori del cinema fantastico italiano di matrice gotica, Operazione paura contiene al proprio interno tutti i pregi del cinema di Mario Bava. Un viaggio onirico nell'incubo, avvicinamento alla morte attraverso il deliquio. Leggi tutto
Sei donne per l’assassino
Sei donne per l'assassino, che all'epoca della sua uscita venne accusato di ogni nefandezza per la volontà di non rinunciare alla messa in scena della violenza, è il titolo più teorico dell'intera filmografia di Mario Bava nonché una riflessione sull'omicidio seriale come valore estetico. Leggi tutto
Frankenstein Junior
Frankenstein Junior è con ogni probabilità il film più celebre (e, a distanza di quarantacinque anni dalla sua realizzazione, più attuale) della carriera di Mel Brooks, ed è anche una sapiente rilettura satirica ma non priva di spirito filologico dell'horror classico, e del suo significato recondito. Leggi tutto
Ho camminato con uno zombi
Venticinque anni prima della rivoluzione romeriana, Jacques Tourneur si confronta con il mito haitiano delle persone ridotte in uno stato di non-vita: ne viene fuori Ho camminato con uno zombi, uno dei suoi più lucenti capolavori. Leggi tutto
Incontriamoci a Saint Louis
Perfetto film natalizio, per quanto con gli anni sia progressivamente scomparso dalla programmazione televisiva, Incontriamoci a Saint Louis è uno dei massimi risultati artistici del musical classico e del suo autore, Vincente Minnelli. Splendida protagonista Judy Garland. Leggi tutto
Lady Snowblood
Per oltre un trentennio Lady Snowblood è rimasto praticamente sconosciuto al mondo cinefilo occidentale. Il merito della sua riscoperta (comunque tardiva) va a Quentin Tarantino, che omaggiò in lungo e in largo il film di Toshiya Fujita nel primo capitolo di Kill Bill. Leggi tutto
Colpire al cuore
Adattando una sceneggiatura di Vincenzo Cerami, Gianni Amelio metteva in scena nel 1983 un conflitto padre/figlio in cui il senso di umanità si era dileguato per via del terrorismo. Proiettato in 35mm al Torino Film Festival, Colpire al cuore resta una delle più preziose testimonianze della tensione emotiva di quegli anni. Leggi tutto