Frankenstein Junior
Frankenstein Junior è con ogni probabilità il film più celebre (e, a distanza di quarantacinque anni dalla sua realizzazione, più attuale) della carriera di Mel Brooks, ed è anche una sapiente rilettura satirica ma non priva di spirito filologico dell'horror classico, e del suo significato recondito. Leggi tutto
Ho camminato con uno zombi
Venticinque anni prima della rivoluzione romeriana, Jacques Tourneur si confronta con il mito haitiano delle persone ridotte in uno stato di non-vita: ne viene fuori Ho camminato con uno zombi, uno dei suoi più lucenti capolavori. Leggi tutto
Incontriamoci a Saint Louis
Perfetto film natalizio, per quanto con gli anni sia progressivamente scomparso dalla programmazione televisiva, Incontriamoci a Saint Louis è uno dei massimi risultati artistici del musical classico e del suo autore, Vincente Minnelli. Splendida protagonista Judy Garland. Leggi tutto
Lady Snowblood
Per oltre un trentennio Lady Snowblood è rimasto praticamente sconosciuto al mondo cinefilo occidentale. Il merito della sua riscoperta (comunque tardiva) va a Quentin Tarantino, che omaggiò in lungo e in largo il film di Toshiya Fujita nel primo capitolo di Kill Bill. Leggi tutto
Colpire al cuore
Adattando una sceneggiatura di Vincenzo Cerami, Gianni Amelio metteva in scena nel 1983 un conflitto padre/figlio in cui il senso di umanità si era dileguato per via del terrorismo. Proiettato in 35mm al Torino Film Festival, Colpire al cuore resta una delle più preziose testimonianze della tensione emotiva di quegli anni. Leggi tutto
Toby Dammit
Celeberrimo episodio di chiusura del film a sei mani Tre passi nel delirio, Toby Dammit è l'occhio di Federico Fellini aperto sul mondo del cinema in modo sempre più sgranato, traumatizzato e delirante. Presentato alla Casa del Cinema all'interno dell'omaggio a Józef Natanson organizzato da CiakPolska. Leggi tutto
Society – The Horror
È il trentesimo anniversario di Society - The Horror, l'esordio alla regia di Brian Yuzna che modificò in profondità l'immaginario del "disgusto". Un horror politico in grado di muoversi non nel campo della metafora ma della messa in scena esibita del corpo e delle sue mutazioni. Leggi tutto