La Cordillera de los sueños
Nuovo tassello sulla memoria - fisica e culturale - del suo paese da parte del cineasta cileno Patricio Guzmán, La Cordillera de los sueños - presentato fuori concorso a Cannes - cerca di recuperare identità privata e pubblica a partire dalla immane e immutabile bellezza della catena montuosa andina. Leggi tutto
Historia de mi nombre
Presentato in concorso al Festival de cine de Las Palmas de Gran Canaria 2019, dopo l'anteprima all'IFFR, Historia de mi nombre è un viaggio nella memoria della propria vita della giovane filmmaker cilena Karin Cuyul, dove gli eventi famigliari si intrecciano con gli ultimi tragici atti della dittatura di Pinochet. Leggi tutto
Gloria Bell
Remake letterale, quasi shot-for-shot, del Gloria del 2013, Gloria Bell ne mostra la stessa sostanziale vacuità, con due star che rendono meno visibile la presenza del tempo sui volti e corpi dei protagonisti. Leggi tutto
Raptor
Serrato e lucidissimo, Raptor di Felipe Gálvez, cortometraggio presentato alla Semaine de la critique, è un vero e proprio monito lanciato a un’umanità la cui aggressività trova origine, come sempre accade, da insoddisfazioni di natura economica. Su Festival Scope fino al 27 maggio. Leggi tutto
La casa lobo
Presentato alla Berlinale 2018 nella sezione Forum, La casa lobo è un lungometraggio d'animazione in continua mutazione, una pellicola sperimentale a passo uno, surreale, onirica, minuziosamente caotica. Un'immersione nella Storia cilena, tra gli orrori della dittatura. Leggi tutto
La familia
Presentato alla Semaine de la Critique, La familia, esordio del venezuelano Gustavo Rondón Cordova, è un aspro ed efficace romanzo di formazione, con echi da Ladri di biciclette. Leggi tutto
Los perros
Serrato e disturbante, Los perros di Marcela Said è un affondo nella società cilena contemporanea, incapace di fare i conti con le colpe dei padri. Alla Semaine de la critique del Festival di Cannes 2017. Leggi tutto