Il Club
Dopo la dittatura di Pinochet, stavolta con Il Club Pablo Larraín scaglia il suo feroce sguardo sulla Chiesa cattolica e conferma la mirabile qualità di un cinema che si alimenta della militanza politica e non si annulla in essa. Orso d'Argento alla Berlinale nel 2015. Leggi tutto
La danza della realtà
Alejandro Jodorowsky torna a dirigere un film dopo oltre venti anni, e lancia come d'abitudine un guanto di sfida alla placidità borghese. Un'autobiografia surreale, sarcastica e dolorosa, presentata a maggio a Cannes e recuperata dal TFF. Leggi tutto
Violeta Parra Went to Heaven
Biopic dedicato alla tormentata esistenza dell'artista cilena Violeta Parra: il regista Andrés Wood, con uno stile rapsodico, ne ha saputo restituire un'immagine poco convenzionale, oltremodo viva e generosa, fondamentalmente bella. Leggi tutto
Gloria
Gloria è una donna divorziata di 58 anni che sogna di trovare l'amore e continua a frequentare nuovi uomini nella speranza che scocchi la scintilla... Leggi tutto
No – I giorni dell’arcobaleno
Larraín integra i materiali di archivio in modo naturale al girato ex-novo, senza che appaiano come corpi estranei, e si permette una riflessione, acuta e mai banale, sul valore politico non solo di ciò che si filma, ma anche di come lo si filma. Leggi tutto
Tony Manero
Santiago del Cile, 1978. Il Paese è governato da Pinochet, molte persone spariscono nel nulla e per alcuni La febbre del sabato sera è una sorta di filosofia di vita, un raggio di luce nel buio. Tra questi, il non più giovane ballerino Raùl Peralta, uomo schivo, burbero... Leggi tutto