France
Dopo aver raccontato in un dittico vita, opere e morte di Giovanna d'Arco, Bruno Dumont torna al Festival di Cannes in concorso con France, messa al berlina del sistema mediatico e politico occidentale che nasconde al proprio interno la feroce disamina di una nazione che non sa confrontarsi con il reale. Leggi tutto
Guarda in alto
Guarda in alto segna nel 2017 l'esordio alla regia di un lungometraggio per Fulvio Risuleo, già autore di due cortometraggi apprezzati e premiati a livello internazionale come Lievito madre e Varicella. Un film, a tratti sbalestrato, che guarda alla luna, a Méliès, al cinema come fantasmagoria in fuga dal reale. Leggi tutto
Bad Luck Banging or Loony Porn
Bad Luck Banging or Loony Porn è l'ennesima conferma non solo del talento di Radu Jude, tra le figure di spicco dell'eminente scena cinematografica rumena, ma anche della capacità del regista di lavorare sugli elementi della narrazione con uno sguardo sempre teso alla trattazione filosofica. Leggi tutto
Sexual Drive
Presentato nella Big Screen Competition del 50° International Film Festival Rotterdam, Sexual Drive rientra nel percorso del regista giapponese Kōta Yoshida di esplorazione dei meandri dell'erotismo, visto come parte delle esperienze sensoriali della vita e abbinato, in questo caso, al cibo. Leggi tutto
Numbers
Presentato nella sezione Fuori dagli sche(r)mi del 32° Trieste Film Festival, Numbers è un film diretto a distanza dal regista ucraino Oleg Sentsov, mentre si trovava in un carcere in Siberia. Il film è una distopia, messa in scena in forma teatrale, dove si incontrano THX 1138, Dogville e Beckett. Leggi tutto
The Campaign
Presentato nel concorso lungometraggi del 32° Trieste Film Festival, The Campaign (Berliner) è il nuovo film del rumeno Marian Crișan, lo spaccato di una Romania rurale che vive nella totale calma piatta, lontanissima dalla capitale come dall'Europa. Leggi tutto
La grande abbuffata
Opera maledetta e scandalosa, come del resto tutto il cinema di Marco Ferreri, La grande abbuffata rappresenta l'atto di morte di una borghesia decadente, che si consuma nell'opulenza e nei lussi di cui ama circondarsi. Leggi tutto
La morte ti fa bella
A quasi trent'anni dalla sua realizzazione La morte ti fa bella è un film più vivo che mai, eppure – un po' come le star che si rivolgono alla diabolica Lisle von Rhoman interpretata da Isabella Rossellini – sembra sparito dalla circolazione. Leggi tutto