La grande illusione
Immortale film pacifista, La grande illusione di Jean Renoir è uno di quei pochi titoli che hanno fatto e che 'rifanno' continuamente la storia del cinema, che sussumono in sé il senso stesso di questa arte troppo giovane e già troppo vecchia. Imitato e mai eguagliato, umanista e libertario, contro ogni forma di frontiera. Leggi tutto
L’uomo dal cuore di ferro
Con L'uomo dal cuore di ferro le vicende di Reinhard Heydrich rivivono in un film enfatico e maldestro, tagliato con l’accetta e grossolano in tutte le sue componenti. Un progetto, uscito nelle nostre sale in occasione della Giornata della Memoria, animato esclusivamente da frettolosità e pressappochismo. Leggi tutto
Benvenuti a Marwen
Con Benvenuti a Marwen Robert Zemeckis ragiona una volta di più sul concetto di perdita e sulla dipendenza come unico modo per affrontare la realtà. E la finzione. Un'opera dolorosa e tenera con protagonista uno splendido Steve Carell. Leggi tutto
Overlord
Un godibilissimo giocattolone, un po' tarantiniano e un po' spielberghiano, che si diverte a (ri)mischiare le carte del cinema di genere, contaminando il D-Day con massicce dosi di carne e sangue. In anteprima al Trieste Science+Fiction Festival 2018. Leggi tutto
Etere
Etere, il nuovo film di Krzysztof Zanussi, conferma lo sguardo profondamente cattolico del regista polacco, e la sua tensione metafisica. La rilettura del Faust non aggiunge molto al testo originale, né si distingue per una particolare profondità metaforica. Leggi tutto
L’ascesa
In Venezia Classici è stato presentato il restauro de L'ascesa, l'opera più celebre di Larisa Sheptiko e il suo testamento visivo, data la morte prematura della regista. Un'opera immersa nella neve, rigorosa e umanista, che ragiona sulla colpa e sull'eroismo. Leggi tutto
La Flor
La Flor è il fluviale racconto di Mariano Llinás, presentato nel concorso internazionale al Locarno Festival. Oltre tredici ore per un film anti-seriale, viaggio nelle infinite possibilità del racconto popolare e della sua totale mistificazione. Leggi tutto
Il cacciatore
È un persistente senso di perdita ad accompagnare l'intera visione de Il cacciatore di Michael Cimino, una perdita irreparabile e che non prevede reduci: quella delle illusioni. A Il cinema Ritrovato 2018. Leggi tutto