Space Dogs
Presentato nel concorso Cineasti del presente del 72 Locarno Film Festival, Space Dogs di Elsa Kremser e Levin Peter parte dalla leggendaria cagnolina Laika, lanciata nello spazio nella navicella sovietica, per arrivare ai cani randagi che ora popolano la città di Mosca. Leggi tutto
Ghost Strata
Presentato nel concorso internazionale del 30° Fid Marseille, Ghost Strata è il nuovo lavoro di Ben Rivers, un patchwork di immagini e riprese, di repertorio o meno, una per ogni mese dell'anno. Leggi tutto
Tenzo
Conosciuto per i suoi film sui giapponesi apolidi, Saudade e Bangkok Nites, Katsuya Tomita realizza ora con Tenzo un film sulla filosofia zen, cuore della cultura nipponica, come risposta al trauma nazionale di Fukushima. Il film è stato presentato alla Semaine de la Critique di Cannes e al Fid Marseille dove il regista ha fatto parte della giuria. Leggi tutto
Creatura dove vai?
Opera seconda in coppia di Gaia Formenti e Marco Piccarreda, dopo Città Giardino, Creatura dove vai? è un racconto dal sapore ancestrale nella terra aspra e metafisica della Calabria. Presentato nel concorso internazionale del Fid Marseille. Leggi tutto
Raposa
Presentato in concorso al 30° Fid Marseille, dove ha ricevuto una menzione speciale nell'ambito del Prix Georges De Beauregard National, Raposa è un mediometraggio della regista portoghese Leonor Noivo, che parla di anoressia, un disagio che la accomuna all'attrice Patricia Guerreiro. Leggi tutto
Cemetery
Presentato nel concorso internazionale al 30° Fid Marseille, Cemetery del filmmaker spagnolo Carlos Casas, è un racconto poetico per immagini che prende piede dalla leggenda del cimitero degli elefanti per incontrare miti della letteratura, libri della giungla, mondi perduti, albe dell'uomo, e del cinema, dove il genere classico d'avventura si incontra con Michael Snow e Guy Debord. Leggi tutto
Inland / Meseta
Film vincitore a Pesaro, Inland / Meseta del regista basco Juan Palacios racconta di un mondo in via d'estinzione, la vita rurale nell'altopiano iberico, rifuggendo qualsiasi tono elegiaco per arrivare a una riflessione sulle immagini e il loro potere evocativo. Leggi tutto
First Case, Second Case
Presentato al Cinema Ritrovato 2019, First Case, Second Case è un'opera realizzata da Abbas Kiarostami durante la rivoluzione iraniana del 1979. Sotto forma di un problema etico da porre a un certo numero di intervistati, il film mette in scena i dilemmi e i conflitti morali che albergavano durante quell'evento epocale. Leggi tutto
The Ballad of Genesis and Lady Jaye
The Ballad of Genesis and Lady Jaye è il primo lungometraggio di Marie Losier: si tratta di uno dei suoi ritratti di artisti underground, in questo caso della protagonista della scena industrial e dell'acid house Genesis Breyer P-Orridge. Al Sicilia Queer Filmfest. Leggi tutto
Berlin Based
Presentato nella sezione Panorama Queer del Sicilia Queer Filmfest 2019, Berlin Based di Vincent Dieutre è un documentario sulla città europea che ormai ha sostituito Parigi e Londra per cosmopolitismo e fermento artistico, vale a dire Berlino. Leggi tutto
Lembro mais dos corvos
Presentato nel concorso Nuove visioni del Sicilia Queer Filmfest 2019, Lembro mais dos corvos del filmmaker brasiliano Gustavo Vinagre è il ritratto di una transessuale, della sua vita, delle sue scelte e delle sue difficoltà, dove l'amore per il cinema gioca un ruolo fondamentale. Leggi tutto
Solo
Presentato nella sezione autonoma di ACID al Festival di Cannes, Solo di Artemio Benki è la ricognizione del difficile ritorno alla libertà di un pianista argentino, Martín Perino, dopo il ricovero in una struttura psichiatrica. Un documentario con tempi e modalità del cinema di finzione. Leggi tutto
Diego Maradona
Già autore dei film su Senna e su Amy Winehouse, Asif Kapadia racconta un'altra grande star della società dello spettacolo, razionalizzando l'amplissimo materiale di repertorio: Diego Maradona - fuori concorso a Cannes - è la biografia degli anni napoletani del Pibe de Oro, tra miserie e nobiltà. Leggi tutto
La Cordillera de los sueños
Nuovo tassello sulla memoria - fisica e culturale - del suo paese da parte del cineasta cileno Patricio Guzmán, La Cordillera de los sueños - presentato fuori concorso a Cannes - cerca di recuperare identità privata e pubblica a partire dalla immane e immutabile bellezza della catena montuosa andina. Leggi tutto
For Sama
Nuovo esempio di cinema soggettivo dal fronte siriano, For Sama, fuori concorso al Festival di Cannes, mette in scena la vita della stessa regista Waad Al Kateab, che ci racconta, senza mai smettere di filmare, la sua storia d'amore con un medico e la nascita di sua figlia mentre Aleppo viene continuamente bombardata. Leggi tutto
La regina di Casetta
Presentato al Trento Film Festival 2019, La regina di Casetta di Francesco Fei è l'istantanea di un mondo rurale che va scomparendo, dell'Italia dei borghi in via di spopolamento, di una vita che segue i ritmi ancestrali della natura. Leggi tutto
Rotta contraria
Trattando un tema complesso e poco frequentato dai media, come quello dell’emigrazione italiana in Albania, Stefano Grossi costruisce con Rotta contraria, presentato al Bif&st, un documentario eterogeneo, forse fin troppo vasto nelle implicazioni. Leggi tutto
Soil Without Land
Presentato a Visions du Réel, Soil Without Land è la nuova opera del documentarista thailandese Nontawat Numbenchapol, che si occupa dello Stato Shan e della sua spinta indipendentista all'interno del regime del Myanmar. Leggi tutto
Historia de mi nombre
Presentato in concorso al Festival de cine de Las Palmas de Gran Canaria 2019, dopo l'anteprima all'IFFR, Historia de mi nombre è un viaggio nella memoria della propria vita della giovane filmmaker cilena Karin Cuyul, dove gli eventi famigliari si intrecciano con gli ultimi tragici atti della dittatura di Pinochet. Leggi tutto
Butterfly
Butterfly è il racconto, tra documentario e ricostruzione finzionale, della prima donna ad aver fatto parte della nazionale di pugilato italiana alle Olimpiadi, a Rio nel 2016. Un racconto di ascesa, caduta e riscoperta di sé. Un film estremamente interessante firmato da Alessandro Cassigoli e Casey Kauffman. Leggi tutto
Campo
Presentato al Cinéma du Réel di Parigi, Campo di Tiago Hespanha si focalizza su una base militare nei dintorni di Lisbona, dove le esercitazioni coesistono con la pastorizia, l'osservazione degli astri, lo studio della natura, mentre un bambino compone musica al pianoforte. Leggi tutto
Westwood – Punk. Icona. Attivista.
È l'ex modella Lorna Tucker a dirigere Westwood – Punk. Icona. Attivista., dedicato alla geniale stilista inglese; una figura senza dubbio affascinante, anche se il tutto si rivela allo stesso tempo un po' troppo semplicistico e composto, privo del furore punk che resta solo nel titolo. Leggi tutto
Shooting the Mafia
Presentato nella sezione Panorama Dokumente della Berlinale 2019, Shooting the Mafia della documentarista inglese Kim Longinotto, è il ritratto necessariamente agiografico di Letizia Battaglia, la fotogiornalista che ha raccontato con i suoi terribili, quanto straordinari, scatti, la mafia siciliana, le sue mattanze, i suoi boss. Leggi tutto
Islander
C'è un legame tra l'isola sperduta di Robinson Crusoe e la Svizzera. A raccontarcelo è il regista Stéphane Goël nel documentario Islander presentato al Solothurner Filmtage 2019. Leggi tutto
Tutto l’oro che c’è
Presentato in anteprima mondiale all'International Film Festival Rotterdam 2019, nella sezione Signatures, Tutto l'oro che c'è è un'opera elegiaca che segue il corso del fiume Ticino osservando gli ecosistemi, anche umani, delle sue sponde. Leggi tutto