Untitled
Untitled. È senza titolo, almeno all'apparenza, il film postumo di Michael Glawogger, portato a termine dalla collaboratrice di sempre, la montatrice Monika Willi. Un viaggio lirico e "reale" nel mondo, vissuto con una libertà sempre più rara da rintracciare nel panorama cinematografico mondiale. Leggi tutto
Non ho l’età
Presentato al Cinema Svizzero a Venezia 2018, dopo un percorso festivaliero partito da Visions du Réel e passato per Solothurner Filmtage, Non ho l'età del giovane filmmaker Olmo Cerri racconta storie di migrazioni tra Italia e Svizzera, partendo dalla canzone cult di Gigliola Cinquetti. Leggi tutto
The Congo Tribunal
Presentato alle Giornate del cinema svizzero a Venezia 2018 The Congo Tribunal (Das Kongo Tribunal), l'ultimo lavoro di Milo Rau, che usa ancora una volta teatro e cinema come contenitori degli orrori dell'umanità, mettendo in scena un processo per i crimini di guerra compiuti durante il lungo conflitto civile in Congo. Leggi tutto
O Termómetro de Galileu
Presentato nella sezione Signatures dell'International Film Festival Rotterdam, O Termómetro de Galileu è il racconto di un'estate trascorsa da Teresa Villaverde ospite della casa di campagna piemontese dell'amico Tonino De Bernardi. Leggi tutto
Over the Limit
Dai Mondiali di Stoccarda 2015 fino all'oro olimpico di Rio, Over the Limit segue l'ormai ex ginnasta russa Margarita Mamun tracciando attraverso la ginnastica ritmica una parabola dell'uomo alla ricerca di motivazioni. Al 29mo Trieste Film Festival nel concorso documentari. Leggi tutto
No Place for Tears
Preziosa testimonianza della resistenza curda nei confronti dell'Isis, No Place for Tears di Reyan Tuvi mostra la vita quotidiana di un popolo unito nella sofferenza e nel riscatto. Al Trieste Film Festival per il focus Made in Kurdistan. Leggi tutto
The Other Side of Everything
Proteso alla ricerca di un punto di sintesi fra gli eventi storici e i ricordi personali, The Other Side of Everything parte da una porta chiusa per tracciare la storia di un appartamento, di un'attivista in lotta contro Slobodan Milošević. Al Trieste Film Festival nel concorso documentari. Leggi tutto
The Family
Dopo l'esordio con Class Enemy, Rok Biček si confronta con il cinema del reale, portando a termine un progetto filmato per dieci anni senza sceneggiatura. Già presentato a Locarno, The Family giunge con tutta la sua sconfinata sincerità nel concorso documentari del 29esimo Trieste Film Festival. Leggi tutto
A Marriage Story
Trentacinque anni di vita di una coppia, documentati dal 1980 al 2015: in A Marriage Story, in concorso al Trieste Film Festival nella sezione documentari, Helena Třeštíková costruisce un impressionante ritratto dell'umano e del suo inevitabile arrendersi di fronte al tempo che passa. Leggi tutto
Uno sguardo alla terra
Partendo dalla visione de L'ultimo pugno di terra, unico lungometraggio del documentarista sardo Fiorenzo Serra solo di recente riportato all'originario splendore, Peter Marcias incontra critici e registi da tutto il mondo per universalizzare e aggiornare quei tempi di cambiamenti. Al 29mo Trieste Film Festival. Leggi tutto
L’estinzione rende liberi
Presentato al Filmmaker Festival 2017, L'estinzione rende liberi porta avanti il percorso autoriale di Demetrio Giacomelli, che si snoda in un discorso escatologico tra animali, estinzione e autoestinzione, sterminio, olocausto, morti viventi. Leggi tutto
Ornette: Made in America
Presentato a Filmmaker Festival, Ornette: Made in America è un ritratto del sassofonista Ornette Coleman e attraverso di lui una storia del jazz e del fermento culturale, che attraversava tutte le forme artistiche, dell'America degli anni '60 e '70. Leggi tutto
Diorama
Vincitore della sezione Italiana.doc al festival di Torino, Diorama è un documentario che segue tre storie emblematiche sul rapporto dell'uomo con la fauna che popola le città e i luoghi antropizzati. Leggi tutto
Talien
Padri e figli, il distacco dagli affetti e dalla seconda patria, un bilancio di vita e una riflessione sulla storia italiana degli ultimi 40 anni. Talien di Elia Mouatamid è un road-movie tenero e divertente. Al TFF in concorso per Italiana.doc. Leggi tutto
Vento di soave
In concorso in Italiana.doc al festival di Torino, Vento di soave di Corrado Punzi è il ritratto - duro, esatto, ma forse troppo freddo - di una città, Brindisi, ostaggio dell'inquinamento industriale. Leggi tutto
Racconti di cenere e lapilli
Racconti di cenere e lapilli, presentato nel concorso di Italiana.doc al Torino Film Festival, è un viaggio sensoriale nel magma di Napoli, nei suoi vicoli, nella percezione di una città che è teatro prima ancora che architettura. Leggi tutto
Appennino
I terremoti dell'Italia centrale come le fatiche di Sisifo che continuano a imporre una inesausta rimessa in forma di architetture, esistenze e immagini: Appennino di Emiliano Dante, in concorso in Italiana.doc a Torino 2017. Leggi tutto
À voix haute
À voix haute di Stéphane De Freitas e Ladj Ly, in concorso al Torino Film Festival, filma la preparazione alla sfida per diventare il miglior oratore dell'Università di Saint-Denis cercando di raccontare la resistenza contro chi vorrebbe limitare la libertà d'espressione; un intento lodevole su cui grava però qualche dubbio politico... Leggi tutto
Lorello e Brunello
Sacche di resistenza alla globalizzazione in piena Maremma toscana. Lorello e Brunello di Jacopo Quadri mira al racconto di una cocciuta estraneità in un mondo sempre più vittima dell'omologazione. Lirico e prezioso. In concorso al Torino Film Festival. Leggi tutto
My War is Not Over
Presentato nella sezione Festa mobile del Torino Film Festival, My War is Not Over, il documentario di Bruno Bigoni su Harry Shindler, il veterano di guerra che ha passato la vita a identificare i militi ignoti. Un'agiografia necessaria. Leggi tutto
’77 No Commercial Use
Grazie all'uso quasi esclusivo di immagini repertorio, montate in continua correlazione e contrapposizione concettuale, '77 No Commercial Use riesce a raccontare l'anno 1977 con sguardo appassionato e non riconciliato. Leggi tutto
Al di là dell’uno
L'esistenza come relazione, il superamento dell'individuo nell'incontro, le insidie dell'esclusività. Al di là dell'uno di Anna Marziano, in concorso al Torino Film Festival per Italiana.doc, adotta la forma del film-saggio per riflettere sull'essenza stessa della rappresentazione. Leggi tutto
Nella golena dei morti felici
Con Nella golena dei morti felici il ravennate Marco Morandi si introduce nella filosofia campestre romagnola, partendo dalla rappresentazione tra il documentale e il teatrale della grande arena di balle di fieno allestita dalla popolazione di Cotignola, ampia e fertile pianura alluvionale che circonda Ravenna, sulle sponde del fiume Senio. Leggi tutto
Never-Ending Man: Hayao Miyazaki
Il documentario di Arakawa mostra alcune significative fasi della creazione del cortometraggio in computer grafica Boro the Caterpillar e gli amletici dubbi del suo creatore, alle prese con gli anni che passano e il lavoro e il mondo che cambiano (troppo) in fretta. Leggi tutto
Promised Land
Lucida e accorata analisi della storia degli Stati Uniti degli ultimi sessant'anni fatta a partire dall'icona Elvis Presley, Promised Land di Eugene Jarecki smaschera la tronfia macchina dello spettacolo americana. Leggi tutto
Tracce di Bene
Documentario-bignami sulla vita e le opere di Carmelo Bene, Tracce di Bene di Giuseppe Sansonna non rende un buon servizio alla memoria dell'artista di origini salentine. Alla Festa del Cinema di Roma nella sezione Riflessi. Leggi tutto
Le complexe de Frankenstein
Presentato al Trieste Science+Fiction Festival 2017 il nuovo documentario di Gilles Penso Le complexe de Frankenstein che si occupa dei maestri degli effetti speciali che hanno sostituito la stop-motion nella realizzazione di mostri cinematografici. Leggi tutto
Spell Reel
Menzione speciale della giuria a Doclisboa 2017, Spell Reel di Filipa César è un'opera di metacinema che si costruisce con un dialogo costante tra le immagini di oggi nella Guinea-Bissau e quelle d'archivio relative all'indipendenza del paese. Leggi tutto
Milla
Vincitore del concorso internazionale a Doclisboa '17, Milla è una storia di marginalità, sociale e geografica, opera della filmmaker franco-armena Valérie Massadian. Leggi tutto
Aperti al pubblico
Silvia Bellotti entra in un ufficio comunale e scruta gli impiegati che navigano tra faldoni, e si interfacciano con il pubblico. Aperti al pubblico è il ritratto di un cliché italiano quale la farraginosa burocrazia, presentato al Festival dei Popoli. Leggi tutto