Nosferato no Brasil
Il più iconoclasta dei vampiri è senza dubbio quello immortalato in Nosferato no Brasil dall'allora diciottenne Ivan Cardoso, tra i nomi più sperduti del tropicalismo cinematografico carioca. Con protagonista il poeta e paroliere Torquato Neto, che morirà suicida a soli 28 anni. Leggi tutto
Rojo
Presentato in concorso al Marrakech International Film Festival 2018, dopo l'anteprima a Toronto e i premi ricevuti a San Sebastián, Rojo è l'opera seconda dell'argentino Benjamín Naishtat, che ci porta al clima che si viveva in Argentina alla vigilia del colpo di stato del 1976. Leggi tutto
Temporada
In concorso al Torino Film Festival 2018, premiato per la performance di Grace Passô, Temporada guarda con coerenza e rispetto alla periferia, alle zone marginali, a luoghi e corpi che non rientrano nelle traiettorie mainstream. Un piccolo manifesto del cinema brasiliano. Leggi tutto
Raiva
Western con fuorilegge, tragedia familiare, noir. Raiva di Sérgio Tréfaut è una potente metafora della lotta di classe. In anteprima al PerSo 2018. Leggi tutto
Diamantino
Gabriel Abrantes e Daniel Schmidt, due degli enfant prodige più seguiti dagli addetti ai lavori, approdano alla Semaine de la Critique con un folle pastiche multiforme e multicolore che tanto colpisce nel primo impatto quanto perde verve e consistenza nel corso dello sviluppo del film. Leggi tutto
Hard Paint
Vincitore del Lovers Film Festival 2018, il film brasiliano Hard Paint dei registi Filipe Matzembacher e Marcio Reolon è una storia di alienazione e isolamento ai tempi delle videochat porno, e un romanzo di formazione per il giovane protagonista Pedro. Leggi tutto
Le ereditiere
Opera prima del paraguaiano Martinessi, in concorso alla Berlinale 2018, Le ereditiere si nutre del ruolo e del corpo di Ana Brun/Chela. Una performance di sofferenza e sottrazione, così legata al proprio corpo, al tempo che passa. Leggi tutto