Jigoku
Jigoku è l'inferno visto con gli occhi di Nobuo Nakagawa, grande maestro dell'horror nipponico. Jigoku è una discesa agli inferi psichedelica e violentissima, che non ha pietà di niente e di nessuno. Jigoku è un racconto morale rosso come il sangue. Leggi tutto
Hiruko the Goblin
Subito dopo aver sconvolto il mondo con Tetsuo, Shinya Tsukamoto firma Hiruko the Goblin, una commedia-horror che corre a cento all'ora, sfrenata e libera. Un divertissement che non si fa ingabbiare dai reticoli di una grande produzione come la Shōchiku. Leggi tutto
Tokyo Vampire Hotel
Tokyo Vampire Hotel è la versione cinematografica, ridotta a due ore e venti, di un film per la televisione diretto da Sion Sono; apparentemente pasticciato e in alcuni passi prossimo al giocattolone, è in realtà molto più politico di quanto si possa pensare. Non privo di difetti, ma ad averne di opere così libere sul piccolo schermo! Leggi tutto
Bamy
Presentato in concorso al Torino Film Festival, Bamy vorrebbe essere una versione esistenzialista, intimista, 2.0, del j-horror, dove i fantasmi sono una proiezione mentale, una condizione e prerogativa di alcuni personaggi. Leggi tutto
Never-Ending Man: Hayao Miyazaki
Il documentario di Arakawa mostra alcune significative fasi della creazione del cortometraggio in computer grafica Boro the Caterpillar e gli amletici dubbi del suo creatore, alle prese con gli anni che passano e il lavoro e il mondo che cambiano (troppo) in fretta. Leggi tutto
Birds Without Names
Ispirato a un recente bestseller nipponico, capace di disorientare lo spettatore col suo plot spezzettato, involuto e a tratti oscuro, Birds Without Names è un’opera imperfetta e affascinante. Leggi tutto
Mazinga Z Infinity
Affidata all'esperto Junji Shimizu, l'operazione nostalgia Mazinga Z Infinity funziona per una manciata di minuti, giusto il tempo della vibrante sigla iniziale e della sarabanda di mostri storici gettati subito nella mischia... Leggi tutto