Richard Jewell
Clint Eastwood firma la sua trentanovesima regia mettendo in scena la vera storia di Richard Jewell, guardia di sicurezza che sventò un attentato dinamitardo durante le Olimpiadi di Atlanta nel 1996 ma divenne per questo il primo sospettato. Una nuova ricognizione sul concetto di "eroe". Leggi tutto
Harry Potter e la pietra filosofale
A poco meno di venti anni dalla sua realizzazione Harry Potter e la pietra filosofale, primo capitolo della saga dedicata al giovane mago, continua a dimostrarsi uno dei migliori fantasy prodotti a Hollywood. Chris Columbus riesce, partendo dall'ottima matrice letteraria, a proporre un immaginario fertile. Leggi tutto
Piccole donne
Va riconosciuto il coraggio a Greta Gerwig per aver deciso di affrontare una volta di più Piccole donne, il capolavoro letterario di Louisa May Alcott. Giocando sui tempi narrativi Gerwig cerca di far sua una materia che resta in ogni caso troppo grande per le sue effettive capacità di messa in scena. Leggi tutto
Pierino e il lupo
L'adattamento animato di Pierino e il lupo, celeberrima fiaba musicale composta nel 1936 da Sergej Prokof'ev, testimonia con la sua stessa esistenza il desiderio di sperimentazione di Walt Disney, ma anche la sua ammirazione per la poetica culturale sovietica. Leggi tutto
Il dilemma di Paperino
Il dilemma di Paperino è un cortometraggio Disney del 1947 con protagonista in realtà non il marinaio pennuto - come indica erroneamente il titolo - ma la sua amata Paperina. Un lavoro esteticamente sorprendente, il miglior parto creativo per il regista Jack King. Leggi tutto
Pull My Daisy
Chi non avrebbe pagato oro per prendere parte a una serata beat in compagnia di Jack Kerouac, Allen Ginsberg, Peter Orlovsky e Gregory Corso? Pull My Daisy, il film diretto nel 1959 dal fotografo Robert Frank e dal pittore Alfred Leslie permette di esaudire almeno in parte questo desiderio. Leggi tutto
Cane bianco
In un'epoca come quella attuale, particolarmente sensibile alla messa in scena e alla rappresentazione dei gruppi che non occupano gli scranni più elevati della piramide sociale è interessante tornare con la memoria a Cane bianco, forse il film più sfortunato della carriera di un outsider come Samuel Fuller. Leggi tutto
Begotten
E. Elias Merhige poté contare su un minimo di fama nel 2000, quando diresse L'ombra del vampiro, con protagonisti John Malkovich e Willem Dafoe. Ben più oscuro e delirante era però lo sconosciuto lungometraggio d'esordio del regista, Begotten, angosciante riflessione sul tema della morte. Leggi tutto