I vitelloni
Nel giorno del centenario felliniano, la visione de I vitelloni permette di comprendere quanto si sia preferito semplificare nel corso del tempo la lettura della poetica di Federico Fellini, riducendola a gioco dell'immaginario, senza conseguenze, e smarrendone la profonda intima tragicità. Leggi tutto
La provinciale
Mario Soldati nel '53 prendeva la diva Gina Lollobrigida e ne faceva il ritratto di una ragazza già sconfitta dalla vita, precocemente spenta dal tran tran piccolo borghese, pervasa di umori alla Pietrangeli: La provinciale, proiettato in 35mm al Torino Film Festival per l'omaggio a Soldati. Leggi tutto
Operazione Corea
Presentato a I mille occhi 2018, nell'ambito della sezione Fiori nel fango - Gemme Universal e Republic, Operazione Corea (Flight Nurse) è un film del 1953 di Allan Dwan, un lavoro su commissione, un film di propaganda sulla guerra di Corea e sulla minaccia dei Rossi. La riscoperta di un'opera considerata minore del regista. Leggi tutto
Monica e il desiderio
Tra i titoli della prima parte della filmografia di Ingman Bergman, Monica e il desiderio si segnala come il più moderno, già pienamente intriso dei tratti distintivi della poetica dell'autore svedese: la nostalgia della memoria, il desiderio inappagabile, l'illusione della felicità solo nella fuga dalla stratificazione sociale. Leggi tutto
La belva dell’autostrada
Ida Lupino è stata una rivoluzionaria, una donna in grado di affrontare il maschilismo hollywoodiano e di combatterlo a colpi di cinepresa; La belva dell'autostrada fu la sua quarta regia 'in solitaria', ed è una delle sue prove più convincenti. Leggi tutto
Gelosia
Presentato ai Mille Occhi, Gelosia è un'opera giovanile di Pietro Germi, secondo adattamento del romanzo verista di Luigi Capuana, Il marchese di Roccaverdina, già portato su grande schermo dieci anni prima da Ferdinando Maria Poggioli. Leggi tutto
Vite vendute
Insieme a Il corvo e I diabolici il titolo più celebre e celebrato di Henri-Georges Clouzot, quello in cui lo spirito anarcoide e disilluso si mostra più forte, e lo sguardo sull'umanità si fa più spietato e privo di compromessi. Leggi tutto
La nave delle donne maledette
Salvato miracolosamente dall'oblio, in una copia imperfetta ma che dimostra ancora tutta la sua potenza, il capolavoro di Raffaello Matarazzo, un melodramma barocco che trasuda umori sensuali ed eversivi. Al Torino Film Festival 2016. Leggi tutto