Settimana della Critica 2014 – Presentazione

Settimana della Critica 2014 – Presentazione

Sette film in concorso (più due fuori concorso) per spaziare dalla Cina alla Serbia, dal Vietnam alla Palestina, dalla Germania all’Iran. È il resoconto della presentazione della Settimana della Critica 2014, svoltasi come da tradizione a Roma.

Quale sarà l’immagine in grado di sintetizzare la ventinovesima edizione della Settimana della Critica, sezione parallela e indipendente ai lavori della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia? Nello spulciare il programma, presentato a Roma come da tradizione prima di quello delle Giornate degli Autori e della selezione ufficiale (lo svelamento di questi ultimi si avrà rispettivamente domani e giovedì), la mente vaga per i territori più difformi e disparati, saltando da drammi cinesi tinti di giallo a ritratti di danzatrici ultranovantenni, da ossessioni (magnifiche?) e possessioni vietnamite a ragazzi selvaggi dispersi tra le montagne bosniache, passando per sogni infantili di Roland Garros, aristocrazie vetuste in nazioni martoriate e accenni di teutonici onirismi musicali. Difficile, e ovviamente ingiusto e ingiustificabile, trovare legacci in grado di avvincere un’opera all’altra, ma ancora digiuni di vere immagini – se non quelle, immobili, fornite dall’ufficio stampa e inserite anche in calce a questo articolo – viene naturale creare un montaggio ideale, un percorso fluido, un movimento immaginario.

Una necessità suggerita anche, forse, dalla rituale compattezza di un programma che ogni anno si articola seguendo le medesime modalità: sette titoli in concorso, altri due fuori competizione (nel caso specifico l’iraniano Melbourne di Nima Javidi e il nostrano Arance e martello, esordio alla regia di quel Diego Bianchi più noto con il nom de plume “Zoro”), tutti rigorosamente diretti da registi alla prima incursione dietro la macchina da presa.
Per quanto vi siano delle curiose novità rispetto al passato, a partire dalla presenza per la prima volta di un’opera documentaria nella selezione, Dancing with Maria di Ivan Gergolet (prodotto dalla Transmedia di Igor Prinčič, l’anno scorso alla SIC con Zoran, il mio nipote scemo di Matteo Oleotto), è possibile notare un consolidamento di alcune aree geografiche che sembrano attrarre, più di altre – per caso o per azzardo che sia – l’attenzione del comitato di selezione guidato da Francesco Di Pace e composto da Nicola Falcinella, Giuseppe Gariazzo, Anna Maria Pasetti e Luca Pellegrini. Un discorso sicuramente valido per la Cina, che con Binguan/The Coffin in the Mountain di Xin Yukun torna in concorso a un anno di distanza dall’eccellente irruzione al Lido di Trap Street di Vivian Qu, ma anche per l’area balcanica, presente in questa edizione con Ničije dete/No One’s Child del serbo Vuk Ršumović. Eterni ritorni che segnalano, al di là di ogni possibile speculazione, i fremiti di creatività di nazioni troppo spesso dimenticate nel sempre più sterile gioco della distribuzione cinematografica: in tal senso viene spontaneo esultare per la pur tardiva apparizione nelle sale italiane dell’ottimo Class Enemy di Rok Biček, tra i film più illuminanti della scorsa edizione della Mostra – non solo per quel che concerne la SIC – che troverà un posto al sole a settembre grazie al sempre lodevole lavoro della Tucker Film.

Tra le molte conferme della Settimana Internazionale della Critica, una novità riguarda da vicino proprio Quinlan, che esordirà a sua volta come media partner della sezione, cercando attraverso la lettura critica delle opere selezionate di tracciare un percorso sicuramente provvisorio e non privo di falle, ma che sia in grado di rintracciare l’urgenza di uno sguardo che sia “nuovo” e “contemporaneo” allo stesso tempo, e nel quale si fondano passato e futuro senza soluzione di continuità. Una sfida che accogliamo volentieri, e che assomiglia a ben vedere all’agone nel quale si sono (in)volontariamente lanciati anche i nove registi che quest’anno si daranno battaglia sugli schermi del Lido. A tal proposito lascia più di un dubbio la scelta, da parte della Mostra, di spostare le proiezioni della SIC dalla Sala Darsena, dove avevano trovato ospitalità negli ultimi anni, alla Sala Perla e alla Sala Perla 2: per una sezione che da sempre non opera alcuna distinzione d’ingresso in base al valore dell’accredito, e che ha abituato il pubblico a file non indifferenti per garantirsi l’accesso alle proiezioni, un cambio di questo tipo potrebbe comportare non pochi disagi.
In attesa di capire quanto una tale preoccupazione risponda a verità, la mente torna a immaginare storie, immagini e pulsioni cinematografiche sui canovacci e le sinossi rintracciabili nella cartella stampa della Settimana della Critica 2014. Un’operazione forse oziosa, ma dalla quale è dolcissimo farsi cullare.

Info
Il sito ufficiale della Settimana della Critica 2014.
Settimana della Critica 2014: il programma.
  • settimana-della-critica-2014-arance-e-martello.jpg
  • settimana-della-critica-2014-binguan.jpg
  • settimana-della-critica-2014-flapping-in-the-middle-of-nowhere.jpg
  • settimana-della-critica-2014-melbourne.jpg
  • settimana-della-critica-2014-no-ones-child.jpg
  • settimana-della-critica-2014-villa-touma.jpg

Articoli correlati

  • Venezia 2013

    Intervista a Vivian Qu

    Abbiamo incontrato la regista di Trap Street, presentato in concorso nella Settimana Internazionale della Critica.
  • Venezia 2013

    Zoran, il mio nipote scemo

    di Paolo, quarant'anni, inaffidabile e dedito al piacere del buon vino, vive in un piccolo paesino vicino a Gorizia. Trascina le sue giornate nell'osteria del paese e si ostina in un infantile stalking ai danni dell’ex-moglie...
  • Venezia 2013

    Trap Street

    di L'esordiente regista cinese Vivian Qu porta alla Settimana della Critica un'opera che riflette in modo spiazzante sulle dinamiche oppressive del regime mandarino...
  • Archivio

    Class Enemy RecensioneClass Enemy

    di Il sorprendente esordio di Rok Bicek, regista sloveno ventottenne, raggiunge finalmente le sale italiane grazie alla Tucker Film.
  • Venezia 2014

    Giornate degli Autori 2014

    Presentata a Roma l'edizione 2014, l'undicesima per la sezione collaterale della Mostra di Venezia. Apertura con Kim Ki-duk, tra gli altri anche Laurent Cantet e il documentario di Álex de la Iglesia su Lionel Messi.
  • Venezia 2014

    Venezia 2014 – Presentazione

    Presentato a Roma il programma ufficiale della settantunesima edizione della Mostra, la terza dopo il ritorno di Alberto Barbera, che sembra avere uno sguardo proteso verso il passato, più che sull'oggi...
  • Festival

    Venezia 2014Venezia 2014

    Per due settimane, a cavallo di settembre, il Lido si popola di film, registi e attori: tutte le nostre recensioni e gli articoli da Venezia 2014.
  • Venezia 2014

    Terre battue

    di L'opera prima del francese Stéphane Demoustier, Terre battue, lucido e al tempo stesso appassionato ritratto di una crisi personale e sociale. In concorso alla Settimana della Critica 2014.
  • Venezia 2014

    The Council of Birds

    di The Council of Birds, presentato in anteprima alla Settimana della Critica, è un viaggio atmosferico e onirico nel suono, nella potenza della natura, nella psiche umana e nelle sue infinite ramificazioni. Timm Kröger firma uno degli esordi più convincenti degli ultimi anni.
  • Archivio

    Melbourne

    di Opera prima e pellicola d'apertura della Settimana della Critica 2014, nelle sale con Microcinema Distribuzione, Melbourne ci pone presto di fronte a spinose questioni morali, a un vis-à-vis con noi stessi che non lascia vie di fuga.
  • Venezia 2014

    The Coffin in the Mountain RecensioneThe Coffin in the Mountain

    di Commedia nera tesa a svelare le ipocrisie di una piccola comunità rurale nell'entroterra cinese: è il film d'esordio di Xin Yukun, in concorso alla Settimana della Critica, a Venezia 71.
  • In Sala

    Dancing with Maria

    di L'esordiente Ivan Gergolet tratteggia con mano ferma il ritratto composito di una danzatrice ostinatamente alla ricerca di nuove forme per esprimere la sua creatività, perché questa è, in fondo, la missione di ogni artista...
  • Venezia 2014

    Villa Touma

    di L'esordiente Suha Arraf, in concorso alla Settimana della Critica, realizza un'opera simbolica capace, con diversi limiti, di riflettere sulla questione palestinese da un punto di vista inusuale.
  • Venezia 2014

    Flapping in the Middle of Nowhere

    di L'esordio alla regia della regista Nguyễn Hoàng Điệp sorprende per la maturità della messa in scena e la capacità di osservare in maniera lucida e spietata la società vietnamita. In concorso alla Settimana Internazionale della Critica.
  • In Sala

    Figlio di nessuno

    di Arriva in sala il vincitore della Settimana Internazionale della Critica. Figlio di nessuno è l'opera prima del regista serbo Vuk Ršumović: una bruciante rilettura, metaforica quanto approfondita, del conflitto nella ex-Jugoslavia.
  • Venezia 2014

    Venezia 2014 – Minuto per minuto

    La terza edizione del Barbera-bis: annotazioni sparse sui film, sulle ovazioni e i fischi, sulle tendenze, le voci, le piccole e grandi polemiche...
  • Venezia 2014

    Intervista a Nima Javidi

    Abbiamo incontrato Nima Javidi, regista di Melbourne, film d’apertura della ventinovesima edizione della Settimana Internazionale della Critica.
  • Venezia 2014

    Intervista a Ivan Gergolet

    Abbiamo intervistato Ivan Gergolet, regista di Dancing with Maria, sorprendente documentario dedicato alla danzatrice argentina Maria Fux presentato alla Settimana Internazionale della Critica.
  • Venezia 2014

    No One’s Child vince la Settimana Internazionale della Critica

    Va al serbo Vuk Ršumović la Settimana Internazionale della Critica 2014. La storia di un ragazzo selvaggio e del suo inserimento nella società juvoslava poco prima dello scoppio della guerra nei Balcani
  • Interviste

    Intervista a Vuk Rsumovic

    L'importanza del lavoro sulla sceneggiatura e di quello con gli attori, l'elaborazione della partitura fotografica e il progetto di un horror junghiano. Di questo e altro abbiamo parlato con Vuk Rsumovic, regista di Figlio di nessuno, film vincitore della 29. Settimana Internazionale della Critica e dal 16 aprile in sala.
  • Venezia 2014

    Intervista a Timm Kröger

    Abbiamo intervistato Timm Kröger regista di The Council of Birds (Zerrumpelt Herz) uno degli esordi più sorprendenti della 29. Settimana Internazionale della Critica. Tra le altre cose, abbiamo parlato di musica, romanticismo, misticismo e del progetto per un thriller hitchcockiano fisico-quantistico.
  • Venezia 2014

    Venezia 2014 – Bilancio

    Al di là delle riflessioni sulla qualità dei film selezionati, tra i quali non sono mancati vari colpi al cuore, a mettere in allarme è una Mostra sempre più isolata, in un Lido che assume i contorni di uno scenario post-apocalittico.
  • Venezia 2015

    Settimana della Critica 2015 – Presentazione

    L'edizione del trentennale, l'ultima con Francesco Di Pace in qualità di delegato generale. Tra Peter Mullan, il racconto espanso di una famiglia cinese e molto altro. Il resoconto della presentazione della Settimana della Critica 2015, svoltasi come da tradizione a Roma.
  • Venezia 2015

    Intervista a Francesco Di Pace

    Abbiamo intervistato Francesco Di Pace, che ha concluso con questa edizione l'impegno come Delegato Generale della Settimana Internazionale della Critica di Venezia. Un modo per fare il punto sulla selezione, sul festival e sul sistema-cinema italiano.
  • Festival

    settimana-della-critica-2014Settimana della Critica 2014

    Sette film in concorso (più due fuori concorso) per spaziare dalla Cina alla Serbia, dal Vietnam alla Palestina, dalla Germania all’Iran. La Settimana della Critica 2014, giunta alla ventinovesima edizione, al Lido di Venezia dal 28 agosto.
  • Venezia 2016

    Settimana-della-Critica-2016-PresentazioneSettimana della Critica 2016 – Presentazione

    Dopo l'edizione del trentennale si riparte da Giona Nazzaro, nuovo delegato generale, e da un gruppo di esordi anarcoidi e furiosi. Il resoconto della presentazione della Settimana della Critica 2016, svoltasi come da tradizione a Roma.
  • Venezia 2018

    Settimana della Critica 2018, svelato il programmaSettimana della Critica 2018 – Presentazione

    Nella cornice della Casa del Cinema a Roma è stato presentato alla stampa il programma della Settimana della Critica 2018, terza edizione sotto l'egida di Giona Nazzaro, delegato generale. Nove giorni tra fantasy, body-horror e documentario...
  • Venezia 2019

    Settimana della Critica 2019, svelato il programmaSettimana della Critica 2019 – Presentazione

    Ha inizio il secondo triennio sotto l'egida del delegato generale Giona Nazzaro, e il programma della Settimana della Critica 2019 viene presentato come d'abitudine alla Casa del Cinema. Alla scoperta degli autori di "domani" ma con uno sguardo sempre proteso sull'oggi.

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento