The Dark Side of the Sun

The Dark Side of the Sun

di

Doloroso, coinvolgente, appassionato e scioccante, The Dark Side of the Sun è la dimostrazione palese di come i compartimenti stagni in cui viene spesso suddiviso il mondo del cinema possano e debbano essere abbattuti.

I figli della notte

La Xeroderma Pigmentosum, nota anche come XP, è una rara e letale malattia genetica che costringe un gruppo di bambini e adolescenti a vivere lontani dalla luce del sole per evitare che la loro pelle si ustioni e produca tumori. Grazie all’iniziativa dei promotori e degli animatori di Camp Sundown, un campo estivo che sorge poco fuori New York, la notte diventa il luogo privilegiato dove i bambini possono giocare liberamente e imparare come convivere con la loro condizione… [sinossi]

Nell’ottimo programma allestito dai curatori della sezione L’altro cinema – Extra, come d’abitudine polmone verde anche della sesta edizione del Festival del Film di Roma, è stato possibile confrontarsi con alcuni dei migliori documentari visti nel corso del 2011: dall’urlo anarcoide ubriaco e punkeggiante di Dragonslayer di Tristan Patterson alla riscoperta delle origini di Achtung Baby degli U2 narrata da Davis Guggenheim in From the Sky Down, passando per tifosi a rischio linciaggio (Catching Hell di Alex Gibney), apologie sarcastiche del fenomeno geek (Comic-Con Episode IV: A Fan’s Hope di Morgan Spurlock), squarci di vita agghiaccianti (Girl Model di David Redmon e Ashley Sabin) ed esperimenti psichiatrici fuori controllo (People in White di Oliver Kochta-Kalleinen e Tellervo Kalleinen), è davvero difficile riuscire a trovare un dominatore incontrastato della competizione. In questo lotto di pretendenti alla vittoria finale rientra perfettamente anche The Dark Side of the Sun, diretto da Carlo Shalom Hintermann, tra i fondatori della Citrullo International.

Chiunque abbia una pur superficiale conoscenza della parabola artistica compiuta nel corso di un decennio dalla Citrullo International, non potrà certo dirsi stupito dall’ottimo lavoro portato a termine per The Dark Side of the Sun: una qualità già riscontrabile a partire da quello che è a tutt’oggi il titolo più celebre della produzione romana, vale a dire Rosy-Fingered Dawn, documentario su Terrence Malick che nel 2002 diede il là a quel percorso di conoscenza con uno dei maestri del cinema statunitense contemporaneo culminato successivamente nell’affidamento al gruppo di cineasti capitolini della seconda unità registica di The Tree of Life.
E vi è qualcosa di The Dark Side of the Sun, nell’atmosfera magicamente sospesa a cavallo tra il reale e l’onirismo, che non può non far tornare in mente lo sguardo che Malick sperimentò fin dai gloriosi tempi di Badlands: nell’approcciarsi a una realtà tragica e pressoché sconosciuta come quella dei bambini afflitti dalla XP, malattia che impedisce di esporre il proprio corpo anche alla più miserabile porzione di sole, Hintermann e la sua troupe dimostra di possedere la rara qualità di non lasciar assoggettare il proprio sguardo alla deflagrante potenza del reale. Senza mai venire meno ai propri doveri documentari, The Dark Side of the Sun ha il coraggio di rintracciare una soggettività visionaria all’interno della disperata oggettività che sta trasportando davanti alla videocamera. Da questa esigenza proviene anche la scelta di accompagnare il resoconto della vita di questa colonia di bambini e ragazzi nel Camp Sundown (luogo pensato appositamente per coloro che vivono afflitti dalla succitata malattia) con una lunga ed emozionante parte animata: una strada a doppia corsia che procede parallelamente, fondendosi l’una nell’altra, nel tentativo riuscito di donare una compiutezza poetica che travalichi le mere esigenze della riproduzione del reale.

L’eterna lotta tra luce e ombra, di prassi affidata a una manichea suddivisione tra bene e male, trova in The Dark Side of the Sun un controcanto difforme e originale: due facce della medesima medaglia, con le quali è necessario convivere per comprenderne la forza, l’importanza, la varietà. Il buio, protagonista assoluto del documentario, non è mai fotografato come rappresentazione della negazione del colore, ma piuttosto come contenitore sconosciuto, misterioso e affascinante di ogni gamma cromatica. Questo è ciò che viene insegnato ai bambini e ai ragazzi segnati da una vita solo apparentemente impossibile da affrontare, e il messaggio si ribadisce sia nella sua visione materiale della realtà che nello svolazzo fantasy dell’animazione, curata nel minimo dettaglio da Lorenzo Ceccotti che si dimostra fine conoscitore della materia, citando apertamente l’universo degli anime, da Hayao Miyazaki a Mamoru Oshii, da Katsuhiro Otomo a Isao Takahata, senza però mai smarrire una propria identità formale.

Doloroso, coinvolgente, appassionato e scioccante, The Dark Side of the Sun è la dimostrazione palese di come i compartimenti stagni in cui viene spesso suddiviso il mondo del cinema possano e debbano essere abbattuti: perché solo la libertà creativa può realmente trasmettere l’amore e la cura per l’esistente. E sradicare il sole dalla notte o il mondo magico da quello piattamente quotidiano significa lasciarsi sfuggire dalle mani la reale potenza del cinema, e la sua essenza primigenia.

And if the cloud bursts, thunder in your ear
You shout and no one seems to hear
And if the band you’re in starts playing different tunes
I’ll see you on the dark side of the moon.
Pink Floyd, Brain Damage
Info
La pagina Facebook di The Dark Side of the Sun.
Il sito di The Dark Side of the Sun.
  • the-dark-side-of-the-sun-2011-carlo-hintermann-024.jpg
  • the-dark-side-of-the-sun-2011-carlo-hintermann-023.jpg
  • the-dark-side-of-the-sun-2011-carlo-hintermann-018.jpg
  • the-dark-side-of-the-sun-2011-carlo-hintermann-019.jpg
  • the-dark-side-of-the-sun-2011-carlo-hintermann-020.jpg
  • the-dark-side-of-the-sun-2011-carlo-hintermann-021.jpg
  • the-dark-side-of-the-sun-2011-carlo-hintermann-022.jpg
  • the-dark-side-of-the-sun-2011-carlo-hintermann-017.jpg
  • the-dark-side-of-the-sun-2011-carlo-hintermann-016.jpg
  • the-dark-side-of-the-sun-2011-carlo-hintermann-015.jpg
  • the-dark-side-of-the-sun-2011-carlo-hintermann-014.jpg
  • the-dark-side-of-the-sun-2011-carlo-hintermann-013.jpg
  • the-dark-side-of-the-sun-2011-carlo-hintermann-008.jpg
  • the-dark-side-of-the-sun-2011-carlo-hintermann-009.jpg
  • the-dark-side-of-the-sun-2011-carlo-hintermann-010.jpg
  • the-dark-side-of-the-sun-2011-carlo-hintermann-011.jpg
  • the-dark-side-of-the-sun-2011-carlo-hintermann-012.jpg
  • the-dark-side-of-the-sun-2011-carlo-hintermann-007.jpg
  • the-dark-side-of-the-sun-2011-carlo-hintermann-006.jpg
  • the-dark-side-of-the-sun-2011-carlo-hintermann-005.jpg
  • the-dark-side-of-the-sun-2011-carlo-hintermann-004.jpg
  • the-dark-side-of-the-sun-2011-carlo-hintermann-003.jpg

Articoli correlati

  • Interviste

    the-dark-side-of-the-sunIntervista a Carlo Shalom Hintermann – Terza parte

    La terza parte dell'intervista a Carlo Shalom Hintermann, nella quale si parla della Citrullo International, della distribuzione, dello stato del cinema in Italia e della Boudu.
  • Interviste

    the-dark-side-of-the-sun-lorenzo-ceccottiIntervista a Carlo Shalom Hintermann – Seconda parte

    La seconda parte dell'intervista a Carlo Shalom Hintermann: l'etica, l'animazione, il Giappone, la musica, il metalinguaggio...
  • Interviste

    intervista-a-carlo-shalom-hintermann-cov932Intervista a Carlo Shalom Hintermann

    A ridosso dell'uscita nelle sale di The Dark Side of the Sun abbiamo incontrato Carlo Shalom Hintermann, per parlare del suo film, del cinema documentario, della distribuzione. E di molto altro...
  • Interviste

    the-dark-side-of-the-sun-lorenzo-ceccottiIntervista a Lorenzo Ceccotti

    Presentato alla sesta edizione del Festival di Roma, The Dark Side of the Sun è un documentario che fa della tecnica mista uno dei suoi punti di forza. Abbiamo intervistato Lorenzo Ceccotti, che ha diretto le sequenze d'animazione.
  • Interviste

    the-dark-side-of-the-sun-intervistaIntervista a Carlo Hintermann e Daniele Villa

    Dal Festival di Roma 2011, l'intervista a Carlo Hintermann e Daniele Villa, rispettivamente regista e produttore di The Dark Side of the Sun.
  • Blu-ray

    The Tree of Life di Terrence Malick - Recensione Blu-ray | Quinlan.itThe Tree of Life

    di La storia di una famiglia del Midwest negli anni Cinquanta, raccontata attraverso lo sguardo del figlio maggiore, Jack, nel suo viaggio personale dall'innocenza dell'infanzia alle disillusioni dell'età adulta...

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento