The Screen at Kamchanod
Il cinema horror thailandese sembra essere già passato di moda, eppure una decina di anni fa rappresentava uno dei fari internazionali del genere. Lo dimostra proprio uno dei titoli più oscuri, The Screen at Kamchanod di Songsak Mongkolthong, visto al Far East di Udine nel 2008. Leggi tutto
Apollo 54
Apollo 54 è un esempio di fantascienza a costo zero, un'irriverente e ironica rilettura di alcuni miti dello sci-fi in chiave romana (gli esterni sono quelli di Manziana e del lago di Martignano), con un uso non banale della computer grafica. Leggi tutto
Alexandra
Distribuito in home video da Eskimo e Koch Media, Alexandra è un'operazione ibrida che ricorda da vicino un altro film di guerra (nel senso più ambiguo nonché metaforico del termine), Confession, che Sokurov girò nel 1998 per la televisione nazionale... Leggi tutto
Chaotic Ana
Ambiziosissimo nel suo voler tentare di risalire alle origini del femminino, Chaotic Ana disperde la bravura della sua giovane protagonista - Manuela Vellés - in un pastrocchio dove le invenzioni visive cozzano con l'idea di un incoerente pamphlet, finendo per scadere inevitabilmente nel cattivo gusto. Leggi tutto
Taxi to the Dark Side
Il documentarista Alex Gibney scende dritto giù all’inferno per documentare tutto ciò che non si sarebbe mai dovuto sapere sulla politica interventista e repressiva contro terroristi e presunti tali targata George W. Bush. Leggi tutto
In the Name of the King
Alle prese con una produzione ambiziosa, Uwe Boll conferma tutti i limiti di un cinema che insegue continuamente l'apice narrativo, l'eccesso della messa in scena, della recitazione, della colonna sonora. Leggi tutto