Tre manifesti a Ebbing, Missouri
Presentato in concorso a Venezia 2017, Tre manifesti a Ebbing, Missouri è una ballata dolente, nerissima, grottesca. Divertente e tragica. Sorprendentemente vivissima. McDonagh sa giocare col fuoco, con la carne e con lo spirito. Leggi tutto
Everest
Ci sono gli sherpa e il 3D, un gruppo troppo avventato di scalatori, un budget elevato e il formato IMAX, attori di grido e paesaggi mozzafiato. C’è praticamente tutto in Everest, eppure sembra mancare proprio la montagna... Delude la pellicola d'apertura di Venezia 2015. Leggi tutto
The Sessions – Gli incontri
Ciò che mostra Lewin è un punto di vista sociologico del sesso, che crea un risultato ironico/grottesco che da solo probabilmente vale il prezzo del biglietto, specie in un’epoca in cui la mercificazione del corpo è in totale assuefazione. Leggi tutto
Lincoln
In una nazione divisa, Lincoln osserva una linea di condotta che mira a porre fine alla guerra, unire il paese e abolire la schiavitù. Le scelte che compirà in questo momento critico cambieranno il destino delle generazioni future... Leggi tutto
Contagion
Affrontando il blockbuster catastrofico, Soderbergh compie l'ennesima operazione spiazzante della sua brillante carriera. In Contagion infatti, più che concentrarsi sulla spettacolarità del genere, preferisce adottare un registro realistico. Leggi tutto
Un gelido inverno
Debra Granik incolla la macchina da presa addosso a Jennifer Lawrence e riesce a mantenere alta la tensione, a rendere credibile la detection, a bilanciare dramma familiare e atmosfere thriller. Leggi tutto