Ted Bundy – Fascino criminale
Affrontando un soggetto che conteneva già, in sé, una certa carica cinematografica, Joe Berlinger lascia Ted Bundy – Fascino criminale in una terra di nessuno, con una messa in scena corretta quanto anonima, e l’assenza di qualsiasi tentativo di lettura personale della vicenda. Leggi tutto
The Greatest Showman
Più simile a una puntata di Glee che a Moulin Rouge o a La La Land, The Greatest Showman è un musicarello americano in costume più sfacciatamente ingenuo e mellifluo che sognatore. Leggi tutto
The Disaster Artist
Ultima fatica da regista per James Franco, The Disaster Artist è un'esilarante commedia che rievoca la realizzazione nel 2003 di The Room, cult definito uno dei film più brutti della storia. Con Franco protagonista, affiancato da suo fratello Dave e uno stuolo di star in partecipazione amichevole. Leggi tutto
Baywatch
Resurrezione forzata di un immaginario precocemente invecchiato, appena mitigata da una poco convinta aura parodica, il Baywatch del 2017 è un’operazione di cui si fatica a cogliere senso e istanza di base, sia pure meramente commerciali. Leggi tutto
Nonno scatenato
Robert De Niro abbandona i residui freni inibitori e si concede in Nonno scatenato una farsa demenziale e boccaccesca, il cui obiettivo è tener lontana il più possibile la morte. Leggi tutto
Parkland
Peter Landesman porta in concorso a Venezia '70 un film in cui cerca di ricostruire l'omicidio Kennedy. E lo fa con una disdicevole tendenza alla spettacolarizzazione. Leggi tutto
The Paperboy
La messa in scena leziosa e superficiale di The Paperboy conferma i dubbi sulle qualità registiche di Lee Daniels, già emersi dai primi film. In concorso a Cannes 2012. Leggi tutto
Capodanno a New York
Tra incroci forzati, personaggi appena abbozzati e un prevedibile ventaglio generazionale adolescenti-ventenni-trentenni-genitori-anziani, Capodanno a New York sperpera un cast lussuoso, impantanato in un affresco patinato. Leggi tutto