La ragazza di Stillwater
Passato a Cannes senza troppo clamore, La ragazza di Stillwater conferma la solidità del cinema di McCarthy, regista e sceneggiatore in grado di mettere in scena le contraddizioni politiche, sociali e culturali degli Stati Uniti. Leggi tutto
Onward – Oltre la magia
Tecnicamente impeccabile, emotivamente coinvolgente (si ride, ma soprattutto si piange), Onward - Oltre la magia si concede qualche breve passaggio meno convincente, ma la quest funziona e tutto torna. Un classico pixariano/disneyano. Leggi tutto
Guest of Honour
Nuovo thriller psicologico firmato da Atom Egoyan, Guest of Honour, in concorso a Venezia 76, contiene tutte le ossessioni tipiche della filmografia dell’autore armeno-canadese, ma al di là della sua solida confezione rivela scarso mordente e risulta a tratti anacronistico. Leggi tutto
I racconti di Parvana – The Breadwinner
Prodotto dalla volitiva Angelina Jolie, I racconti di Parvana - The Breadwinner ci ricorda per più di un motivo The Prophet, lungometraggio che raggruppava stili e talenti in un contenitore dai contorni smaccatamente didascalici. In corsa per l'Oscar come miglior film d'animazione. Leggi tutto
Billy Lynn – Un giorno da eroe
Affrontando il fertile tema del conflitto iracheno, Ang Lee dissemina il suo Billy Lynn - Un giorno da eroe di buone suggestioni e di sequenze pregevolmente costruite, a dispetto di una struttura diseguale e di un plot non privo di lungaggini. Leggi tutto
Remember
Egoyan torna a raccontare di un genocidio, quello degli ebrei dopo quello degli armeni in Ararat. Ma i meccanismi spettatoriali di un perfetto thriller finiscono per prendere il sopravvento... Presentato in concorso a Venezia. Leggi tutto