Verifica incerta
Verifica incerta, che Alberto Grifi e Gianfranco Baruchello firmarono tra il 1964 e il 1965, è la prima grande riflessione teorica sull'immagine cinematografica, sul suo senso e sul senso della reiterazione. Un massacro del processo industriale che a distanza di oltre cinquant'anni appare ancora modernissimo. Leggi tutto
Libido
Nevrosi, traumi infantili, unico luogo chiuso (o quasi), pochi personaggi, sadismo, sexy e psicanalisi. Libido di Ernesto Gastaldi e Vittorio Salerno è un film piccolo e molto godibile, dai gustosi sapori cinici e beffardi. Protagonista un giovane Giancarlo Giannini. In dvd per Cinekult e CG. Leggi tutto
Un amore
Melodramma che non può/vuole compiersi, Un amore di Gianni Vernuccio riflette su ossessione di possesso e modernità, sulla scorta di uno sguardo intelligente e multiforme. Strepitosa partitura musicale di Giorgio Gaslini. Ispirato all'omonimo romanzo di Dino Buzzati. Da riscoprire. In dvd per Surf Film e CG. Leggi tutto
Gli amori di una bionda
Dopo la proiezione al Bergamo Film Meeting, nell’ambito della retrospettiva dedicata a Miloš Forman, è ora in distribuzione nel restauro della Cineteca di Bologna Gli amori di una bionda, un caposaldo della Nová vlna, dalla freschezza espressiva sorprendente. Leggi tutto
Brick and Mirror
Presentato a Il Cinema Ritrovato, nella retrospettiva dedicata al regista Ebrahim Golestan, Brick and Mirror è una pietra miliare del cinema iraniano, ritratto di un paese prima della Rivoluzione con già quei contrasti che sarebbero poi esplosi. Leggi tutto
Castelli di sabbia
Quando Elizabeth Taylor e Richard Burton recitavano insieme, facendosi tagliare su misura contenitori per il loro divismo da gossip: Castelli di sabbia è una tarda opera di Minnelli, sceneggiata tra gli altri da Trumbo per un melodramma stanco e ambizioso. In dvd per Sinister e CG. Leggi tutto
Signore & signori
A cinquant'anni dalla vittoria a Cannes, ex-aequo con Un uomo, una donna di Lelouch, viene riproposto sulla Croisette in versione restaurata Signore & signori di Germi, probabilmente l'apice della sua filmografia, disamina crudele dell'ipocrisia italiota. Leggi tutto
Tiempo de morir
Cannes Classics riporta alla luce l'esordio alla regia di Arturo Ripstein, con tanto di sceneggiatura di Gabriel García Márquez; un western che mina la classicità con una regia nervosa e la lettura psicologica dei personaggi. Leggi tutto