Creatura dove vai?
Opera seconda in coppia di Gaia Formenti e Marco Piccarreda, dopo Città Giardino, Creatura dove vai? è un racconto dal sapore ancestrale nella terra aspra e metafisica della Calabria. Presentato nel concorso internazionale del Fid Marseille. Leggi tutto
Nunca subí el Provincia
Film vincitore del concorso internazionale del 30° Fid Marseille, Nunca subí el Provincia del cileno Ignacio Agüero, che esplora negli anni il suo quartiere, passando sempre per quell'incrocio dove si affacciano due negozi. E tra i ricordi anche quegli aerei militari che nel 1973 andavano verso la Moneda. Leggi tutto
Baby Gang
Con Baby Gang, episodico e improvvisato nella concezione, ma dall’apparenza abbastanza strutturata, Stefano Calvagna prosegue nell’esplorazione della realtà sottoproletaria romana, in un noir crudo e volutamente privo di epica. Leggi tutto
Raposa
Presentato in concorso al 30° Fid Marseille, dove ha ricevuto una menzione speciale nell'ambito del Prix Georges De Beauregard National, Raposa è un mediometraggio della regista portoghese Leonor Noivo, che parla di anoressia, un disagio che la accomuna all'attrice Patricia Guerreiro. Leggi tutto
Midsommar – Il villaggio dei dannati
Midsommar, che in Italia ha per sottotitolo Il villaggio dei dannati, è l'ambiziosa opera seconda di Ari Aster. Un delirante viaggio nell'incubo, horror emotivo privo di vie di fuga "logiche", immerso nella luce nordica del sole di mezzanotte. Leggi tutto
Cemetery
Presentato nel concorso internazionale al 30° Fid Marseille, Cemetery del filmmaker spagnolo Carlos Casas, è un racconto poetico per immagini che prende piede dalla leggenda del cimitero degli elefanti per incontrare miti della letteratura, libri della giungla, mondi perduti, albe dell'uomo, e del cinema, dove il genere classico d'avventura si incontra con Michael Snow e Guy Debord. Leggi tutto
Inland / Meseta
Film vincitore a Pesaro, Inland / Meseta del regista basco Juan Palacios racconta di un mondo in via d'estinzione, la vita rurale nell'altopiano iberico, rifuggendo qualsiasi tono elegiaco per arrivare a una riflessione sulle immagini e il loro potere evocativo. Leggi tutto
Serenity – L’Isola dell’inganno
Steven Knight torna alla regia a sei anni di distanza da Locke con Serenity - L'isola dell'inganno, un noir stilizzato che gioca con i punti fermi del genere cercando di nascondere al proprio interno la sua vera "anima". Un'opera inutilmente ambiziosa e che sfiora il ridicolo involontario. Leggi tutto