Black Phone
Dopo la parentesi marveliana di Doctor Strange Scott Derrickson torna all'horror con Black Phone, che trae ispirazione da un racconto di Joe Hill, figlio di Stephen King. Un lavoro elegante ma privo di reale forza, che si regge soprattutto grazie alla bella interpretazione di Ethan Hawke. Leggi tutto
Halloween Kills
Halloween Kills torna a importunare il povero Michael Myers, incarnazione del Male che da quattro decenni tutti tirano per la giacchetta e che, giustamente, cerca di chiudere il discorso una volta per tutte... Leggi tutto
Freaky
Christopher Landon, già autore del dittico Auguri per la tua morte, torna a diversi con i paradossi, riprendendo in Freaky il tema dello scambio fisico di identità: la vittima designata si ritrova nei panni del serial killer, e viceversa. Il fantasy per famiglia à la Disney che si meticcia con la slasher movie. Leggi tutto
Rapina a Stoccolma
Con Rapina a Stoccolma Robert Budreau aveva l'occasione di lavorare su una materia affascinante e su un evento storico in grado di contenere al proprio interno molte suggestioni. Peccato che alla resa dei conti nulla di tutto questo sia presente. Leggi tutto
Ancora auguri per la tua morte
Tornando a declinare in chiave slasher Ricomincio da capo, Ancora auguri per la tua morte aggiunge una molteplicità di ingorghi spazio-temporali al precedente capitolo e alimenta, sulla carta, il godimento macabro da teen movie impazzito. Leggi tutto
Glass
Shyamalan porta a termine la sua singolare trilogia sui supereroi: un progetto (ri)nato dalle ceneri dello stesso regista, rinvigorito dal rapporto con la Blumhouse. Doloroso, (anti)spettacolare, complesso e teorico, Glass è un inno al sovrannaturale, alla diversità, alla singolarità. Leggi tutto
Halloween
Per i suoi primi quarant'anni, Halloween di John Carpenter viene nuovamente re-innestato in un nuovo film. Ma, come tutti i precedenti remake/sequel, anche l'Halloween di David Gordon Green è ben al di sotto delle aspettative, tra citazionismo e oggettività della messa in scena, tralasciando quasi del tutto il gioco dei punti di vista dell'originale. Leggi tutto
La prima notte del giudizio
Giunta al quarto capitolo, la saga ideata da James DeMonaco incappa in una seria battuta d'arresto: La prima notte del giudizio non riesce a tenere saldi i principi post-carpenteriani e naufraga in un confuso prequel con troppi personaggi, con maldestre scene d'azione e con accennate riflessioni simbolico-politiche. Leggi tutto