Viaggio al centro della Terra 3D

Viaggio al centro della Terra 3D

di

Il doppio dvd di Viaggio al centro della Terra 3D, oltre a offrire le versioni in 3D e 2D, è arricchito da quattro contenuti extra davvero ben realizzati e in linea con l’approccio spensierato della pellicola: il documentario Un mondo dentro al nostro mondo, i dietro le quinte Josh e Saliva di dinosauro, il videogioco Gioca al centro della Terra, tra corse coi carrelli e pesci da colpire.

Deciso a scoprire che fine abbia fatto il fratello, un professore di scienze, dalle teorie un pò stravaganti, insieme al nipote e ad una guida montana, partono per l’Islanda e iniziano le ricerche. Quando si addentrano in una grotta, il percorso gli porta sino al centro del pianeta, dove trovano un altro mondo, completamente inesplorato ed affascinate, ma, al tempo stesso, molto pericoloso… [sinossi]

L’aspetto più interessante di questo giocattolone cinematografico, sia nella versione in sala che in quella casalinga, è l’impatto dell’oramai invadente tecnologia 3D, affinata rispetto al passato ed esteticamente più che soddisfacente. Viaggio al centro della Terra 3D, diretto all’esordiente Eric Brevig (ma dal curriculum assai corposo nel comparto effetti speciali: The Day After Tomorrow, Pearl Harbour, Men in Black), è un discreto blockbuster, erede delle classiche avventure live action della Disney pensate e confezionate per le famiglie – indubbiamente superiore al deludente Corsa a Witch Mountain di Andy Fickman. Ritroviamo quindi atmosfere spensierate, una giusta dose di azione e buoni sentimenti, affidati a un trio di attori evidentemente a loro agio: il giovane Josh Hutcherson (Innamorarsi a Manhattan, Un ponte per Terabithia), il veterano del family action Brendan Fraser (Inkheart – La leggenda del cuore d’inchiostro, La mummia – La tomba dell’imperatore dragone), oramai lontanissimo dalle velleità attoriali di Gods and Monsters e The Quiet American, e la bella Anita Briem.

Esile ma godibile e interamente girato in 3D, il lungometraggio di Brevig è ottimo dal punto di vista tecnico: un aspetto che si coglieva con maggiore facilità sul grande schermo e che inevitabilmente si smarrisce almeno in parte nella visione casalinga. Resta lo stupore per una serie di sequenze che giocano sulla tridimensionalità di vari oggetti e per l’ampliamento del concetto di profondità di campo. Più delle facili soluzioni spettacolari (si veda in negativo il pessimo horror San Valentino di sangue di Patrick Lussier), ci impressionano le ampie possibilità della messa in scena: in questo senso è esemplare l’ottimo Coraline e la porta magica di Henry Selick, abilissimo nel conciliare la moderna tecnologia 3D e l’animazione a passo uno, nobile tecnica d’antan.

Il doppio dvd di Viaggio al centro della Terra 3D, oltre a offrire le versioni in 3D e 2D (comunque gradevole anche la seconda, soprattutto se accompagnata da una massiccia dose di pop corn e patatine), è arricchito da quattro contenuti extra davvero ben realizzati. Conservando l’approccio spensierato del film, i contenuti speciali introducono lo spettatore ad alcuni aspetti produttivi, alle dinamiche che regolano il set e soprattutto alla genesi della strampalata ma affascinante teoria della Terra cava.
Un mondo dentro al nostro mondo, dieci minuti di durata. Questo breve ma istruttivo e divertente documentario è una rapida ricostruzione del mito del centro della Terra. Scientificamente sostenuto dalle testimonianze di esperti e studiosi come Duane Griffin (professore di geografia alla Bucknell University), David Standish (autore di Hollow Earth) e Dave Stevenson (California Institute of Technology), il filmato ripercorre le suggestioni pseudo-scientifiche dei vari Edmond Halley (1656-1742), John Cleves Symmes (1780-1829) e Cyrus Teed (1839-1908) in un crescendo di stranezze persino più sorprendenti del racconto di Jules Verne. Ci limitiamo a citare il koreshanesimo, religione fondata da Tedd: il nostro mondo sarebbe già il centro della Terra… vedere per credere! Voce narrante di Anita Briem.
Josh. Condensata in sei minuti possiamo seguire una giornata del giovane attore Josh Hutcherson, classe 1992. La preparazione per le riprese, il trucco, la faticosa ma divertente sequenza dei massi fluttuanti, la passione per la recitazione, il cane Diesel, il professore privato, il football, la voglia di normalità di una piccola star.
Saliva di dinosauro. In meno di tre minuti ci viene spiegato il lavoro su un piccolo ma non insignificante dettaglio del film: la creazione della saliva del mastodontico dinosauro che colerà sulla faccia del povero Hutcherson. In questa produzione ad altissima tecnologia è interessante constatare l’elevata importanza della abilità artigianali. Dei cari vecchi trucchi.
Gioca al centro della Terra. Non poteva mancare nell’edizione dvd di questo film-videogioco (Viaggio al centro della Terra 3D è strutturato a livelli da superare: la pioggia di fulmini, la corsa sui binari, la traversata del mare sotterraneo) un assaggio di videogame. Guida il carrello e Colpisci i pesci propongono allo spettatore di rivivere/giocare due movimentate sequenze del lungometraggio. Tre livelli da superare, modalità assai semplice. La nostra preferenza va alla folle corsa coi carrelli.

Info
Viaggio al centro della Terra 3D su Rai Com.
La pagina facebook di Viaggio al centro della Terra 3D.
  • Viaggio-al-centro-della-Terra-3D-2008-Eric-Brevig-01.jpg
  • Viaggio-al-centro-della-Terra-3D-2008-Eric-Brevig-02.jpg
  • Viaggio-al-centro-della-Terra-3D-2008-Eric-Brevig-03.jpg
  • Viaggio-al-centro-della-Terra-3D-2008-Eric-Brevig-05.jpg
  • Viaggio-al-centro-della-Terra-3D-2008-Eric-Brevig-06.jpg
  • Viaggio-al-centro-della-Terra-3D-2008-Eric-Brevig-07.jpg
  • Viaggio-al-centro-della-Terra-3D-2008-Eric-Brevig-08.jpg
  • Viaggio-al-centro-della-Terra-3D-2008-Eric-Brevig-09.jpg
  • Viaggio-al-centro-della-Terra-3D-2008-Eric-Brevig-10.jpg
  • Viaggio-al-centro-della-Terra-3D-2008-Eric-Brevig-11.jpg
  • Viaggio-al-centro-della-Terra-3D-2008-Eric-Brevig-12.jpg
  • Viaggio-al-centro-della-Terra-3D-2008-Eric-Brevig-13.jpg
  • Viaggio-al-centro-della-Terra-3D-2008-Eric-Brevig-14.jpg
  • Viaggio-al-centro-della-Terra-3D-2008-Eric-Brevig-15.jpg
  • Viaggio-al-centro-della-Terra-3D-2008-Eric-Brevig-16.jpg
  • Viaggio-al-centro-della-Terra-3D-2008-Eric-Brevig-17.jpg
  • Viaggio-al-centro-della-Terra-3D-2008-Eric-Brevig-18.jpg

Articoli correlati

  • Animazione

    Epic – Il mondo segreto

    di Mary Katherine, un'adolescente che ha perso la madre e che deve ricucire il rapporto con l'eccentrico padre, scopre casualmente un mondo fantastico nel bosco...
  • Archivio

    Corsa a Witch Mountain

    di La difficile vita di Jack Bruno, un tassista di Las Vegas, viene ulteriormente complicata dall'incontro con due adolescenti in fuga, Sara e Seth, che un bel giorno saltano improvvisamente dentro al suo taxi...
  • Archivio

    Inkheart – La leggenda di cuore d’inchiostro

    di Il deficit di spettacolarità si somma in questa deludente trasposizione al taglio fortemente adolescenziale e allo stanco ripetersi di molti stereotipi del genere...
  • Archivio

    Viaggio al centro della Terra 3D RecensioneViaggio al centro della Terra 3D

    di La Walden Media aggiorna l'avventura di Verne col chiaro obiettivo di rendere quasi tangibili le fantasie del romanzo. Il risultato, abbastanza debole dal punto di vista narrativo, è un lungometraggio dal ritmo sostenuto, mediamente divertente.
  • Archivio

    Ember - Il mistero della città di luce RecensioneEmber – Il mistero della città di luce

    di Per generazioni, la popolazione della Città di Ember ha prosperato nel sottosuolo, in un mondo incredibile fatto di luci scintillanti. La città è stata costruita come rifugio per gli esseri umani ed è alimentata da un enorme generatore, ideato per avere un’autonomia di soli duecento anni...
  • Archivio

    La-Mummia-La-tomba-dellimperatore-dragoneLa Mummia – La tomba dell’imperatore dragone

    di Blockbuster in bilico tra azione e ironia, effetti speciali e target familiare, La Mummia – La tomba dell’imperatore dragone è cinema di facile consumo, usa e getta, senza effetti collaterali, senza infamia e senza lode.
  • Archivio

    Un ponte per Terabithia RecensioneUn ponte per Terabithia

    di Jess, ragazzino introverso con una grande passione per il disegno, stringe amicizia con la nuova arrivata Leslie, biondina fuori dagli schemi e dall'irrefrenabile fantasia. I due, anche per sfuggire alle difficoltà, si rifugiano in un regno immaginario...
  • Archivio

    lorso-yoghiL’orso Yoghi

    di Yoghi ha sempre fatto affidamento sulla furbizia per sfuggire ai campeggiatori e imbrogliare il suo avversario storico, il Ranger Smith, ma ora lui e Bubu devono affrontare una situazione nuova e preoccupante...
  • Archivio

    puzzole-alla-riscossaPuzzole alla riscossa

    di Sopra le righe, caricaturale, infantile e privo di qualsiasi ispirazione, dalla sceneggiatura alla piatta messa in scena, Puzzole alla riscossa è un pessimo esempio di cinema assai prossimo alle sitcom.
  • DVD

    Michele Strogoff RecensioneMichele Strogoff

    di Tratto dal noto romanzo di Jules Verne portato più volte sul grande e piccolo schermo, Michele Strogoff di Carmine Gallone si appoggia a una consueta idea di cinema come grande spettacolo d'intrigo e avventura, per ragazzi e non, con venature edificanti. In dvd per Surf Film e CG.

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento