La Nave

Presentato in concorso alla Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro, La Nave è l’opera prima del filmmaker di origine colombiana Carlos Maria Romero, focalizzata sul Carnevale di Barranquilla in Colombia. Una manifestazione molto popolare che diventa un inno alla multiculturalità e alla biodiversità, di etnie, culture, declinazioni sessuali. Una valvola di sfogo in una società altrimenti opprimente, che dura solo quattro giorni l’anno.

Il carnevale delle anime

L’esordiente Carlos Maria Romero traduce in film il significato e lo spirito del Carnevale di Barranquilla, in un anno in cui era vietato radunarsi in pubblico. Romero, originario della città colombiana, ricrea il più grande evento culturale del nord del paese in un’opera a metà fra il film saggio e la performance per mezzo di riprese effettuate clandestinamente con esponenti delle numerose comunità indigene, trans, queer, rurali, afro-colombiane, o anche semplicemente outsider, dimostrando come il Carnevale sia per molti una vera e propria linfa vitale. [sinossi]

La popolazione della Colombia, come di buona parte del Sud America, è rappresentata per circa la metà da etnie meticce e comprende anche una quota di neri e mulatti. Un miscuglio genetico, di amerindi, discendenti europei e africani, discendenza di quel grande “stupro” storico rappresentato dalla colonizzazione spagnola, con i relativi corollari di sterminio e schiavitù di origine africana. Un melting pot che si è arricchito con le varie ondate di immigrazione, da tutto il mondo, più recenti. Pur non così variegata come quella del Brasile, per cui si dice che brasiliani non si nasce ma si diventa, la composizione etnica colombiana trova la propria manifestazione, come nel grande paese sudamericano, nel carnevale, nello specifico quello della città di Barranquilla. Si tratta del secondo carnevale più importante dell’America Latina, dopo quello di Rio, riconosciuto quale Patrimonio orale e intangibile dell’umanità dall’Unesco. Su questa manifestazione è costruito La Nave, opera prima del filmmaker di origine colombiana/caraibica Carlos Maria Romero, presentato in concorso alla 58a Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro.

Tutto questo coacervo multiculturale si esprime nel carnevale di Barranquilla, passando tra atmosfere musicali andine alle musiche di origine africana, alle drag queen tutte agghindate ammirate dai bambini sul ciglio della strada, espressioni queer e LGBT come fosse un gay pride. Carlos Maria Romero esplora le strade della città colombiana, suo luogo d’origine, carrellando sui muri scrostati delle case coloniche, perlustrando le strade commerciali piene di negozi e bancarelle, percorse da risciò e cani randagi, torpedoni che imboccano viali di palme. Scruta questo paesaggio con occhio di bue cinematografico, per evidenziare i protagonisti delle varie controculture, musicisti, percussionisti, pifferai, danzatrici nude, poeti, ragazzi che ballano in strada la champeta, che si muovono al ritmo della cumbia, travestimenti e mascheramenti colorati, connessioni ancestrali. Un mondo variegato che si esprime di notte, in mezzo alla natura, nel fango. La Nave è un inno sensoriale e colorato alla multiculturalità, alla marginalità, a una ‘ecosofia’ dove tutto sgorga dall’anima, e dove gli alberi sono le colonne che sorreggono il mondo, alla biodiversità umana che contrasta ogni omologazione. Ma nessuna illusione: non siamo di fronte a una società aperta. Il carnevale è una valvola di sfogo dove tutto è permesso e concesso da una comunità ipocrita che finge di non vedere, ma dura solo 4 giorni l’anno. Per gli altri 361, come nota amaramente uno dei personaggi del film, impugnando due coltelli, la società tornerà a essere razzista e omofoba come sempre.

Info
La Nave sul sito della Mostra del Nuovo Cinema di Pesaro.

  • la-nave-2021-carlos-maria-romero-02.jpg
  • la-nave-2021-carlos-maria-romero-01.jpg

Articoli correlati

  • Festival

    Pesaro 2022Pesaro 2022

    La 58a edizione della Mostra Internazionale del Nuovo Cinema. Punti forti di Pesaro 2022 il concorso, la personale su Mario Martone, le proiezioni in Piazza del Popolo e quelle sulla spiaggia...
  • Festival

    Pesaro 2022 – Presentazione

    Dal 18 al 25 giugno 2022 a Pesaro si svolgerà la 58a edizione della Mostra Internazionale del Nuovo Cinema. Punti forti di quest'anno il concorso, la personale su Mario Martone, le proiezioni in Piazza del Popolo e quelle sulla spiaggia, gli omaggi a Pasolini, Mekas e altri grandi della settima arte al centenario della loro nascita.

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento