Waiting for the Barbarians
Waiting for the Barbarians, il nuovo film di Ciro Guerra e il primo a confrontarsi direttamente con il mainstream, è una delle opere più limpidamente classiche viste alla Mostra di Venezia, dove concorre per la vittoria del Leone d'Oro. Fordiano e cristallino. Leggi tutto
Il pianeta in mare
Con Il pianeta in mare Andrea Segre focalizza l'attenzione su Marghera, vero e proprio "pianeta industriale" a ridosso della laguna veneziana. Seguendo e ascoltando le voci di vecchi e nuovi operai, di ristoratori, il regista cerca di raccontare un arcipelago umano in dismissione. Leggi tutto
Gloria Mundi
Gloria mundi è l'ennesima incursione di Robert Guédiguian tra i proletari marsigliesi. Una presa di posizione coerente con la sua poetica e stimabile; peccato, in questo caso, che per cercare di annodare tutti i fili della narrazione il regista transalpino finisca per dare vita a un film a tratti un po' asfittico. Leggi tutto
Beware of Children
Racconto fluviale (anche se non sempre fluido) Beware of Children del norvegese Dag Johan Haugerud è un lavoro encomiabile, che a tratti sembra riportare alla mente i ritratti familiari di Cristi Puiu. Presentato alla Mostra di Venezia nella sezione collaterale Giornate degli Autori. Leggi tutto
Tony Driver
Con Tony Driver l'esordiente Ascanio Petrini racconta l'incredibile storia di Pasquale Donatone, emigrato negli Stati Uniti a nove anni e dagli States espulso quarant'anni più tardi per trasporto di migranti illegali attraverso il confine con il Messico. In concorso alla Settimana Internazionale della Critica. Leggi tutto
Martin Eden
Martin Eden, creato dalla limpida mente di Jack London, diventa nelle mani di Pietro Marcello il simbolo di un tempo immobile, cristallizzato in un sistema immutato e forse immutabile, oltre che il racconto di un'Italia sbandata. Con un eccellente Luca Marinelli. In concorso a Venezia e in sala. Leggi tutto
Scales
Scales è il primo lungometraggio della trentenne regista saudita Shahad Ameen, che mette in scena una fiaba ricorrendo al racconto mitico. Un'opera prima che appare più come un saggio sulle potenzialità della giovane cineasta. Ma non servono anche a questo gli esordi? Leggi tutto
Wasp Network
In Wasp Network Olivier Assayas, partendo dal racconto dello spionaggio cubano contro le attività anticastriste, dirige un'opera sulla finzione, sulla menzogna ma anche sulla necessità di mentire di fronte alle storture sistemiche. In concorso alla Mostra di Venezia. Leggi tutto