Roundhay Garden Scene e Leeds Bridge – I corti di Louis Le Prince

Roundhay Garden Scene e Leeds Bridge – I corti di Louis Le Prince

di

Il cinema degli albori, anni prima dei fratelli Lumière, dell’arrivo del treno e degli spettatori parigini in fuga dalla sala. L’immagine in movimento secondo Louis Le Prince.

Due film, quattro secondi di durata in totale. No, non si tratta di uno scherzo, né di una sperimentazione ardita quanto a ben vedere fine a se stessa: posando gli occhi su Roundhay Garden Scene e Leeds Bridge (altrove citato come Traffic Crossing Leeds Bridge) si può affermare di aver avuto l’occasione di fare la conoscenza con le prime immagini della storia del cinema. In attesa che vengano riportati alla luce esperimenti ancora precedenti, questi due brevissimi filmati di Louis Le Prince (il primo regista della storia era francese di nascita, ma i suoi lavori sono stati portati a termine in Gran Bretagna) sono i più antichi repertori di cinema delle origini in nostro possesso. Si tratta di materiale che anticipa di ben sette anni l’esordio dei fratelli Lumière, tanto per rendere ancora più evidente la loro importanza storica. Sul valore estetico degli stessi c’è ben poco da dire, data la breve durata: un’inquadratura di chiaro stampo fotografico, ben calibrata ma priva di studi particolarmente interessanti alle spalle. Ma è fin troppo ovvio che non sia la qualità artistica dei due frammenti ad averci spinto verso un loro inserimento nell’oramai corposo archivio dei cortometraggi. Piuttosto preferiamo lasciarvi con una nota di mystery: dopo questi lavori del 1888, la carriera di Le Prince sembrava sul punto di esplodere definitivamente. Desideroso di brevettare la macchina da presa di sua invenzione, per poi cercare di esportarla negli Stati Uniti, nel 1890 il quarantottenne cineasta intraprese un viaggio in treno da Digione a Parigi…

All’ombra di Notre Dame però non arrivò mai, né il suo cadavere venne rinvenuto. Louis Le Prince scomparve nel nulla, e a niente servirono le capillari indagini di Scotland Yard e della polizia francese: si sospettò di tutto, dal suicidio perfetto (a causa dei costi ingenti di costruzione della macchina da presa, la sua famiglia era ormai a pochi passi dalla bancarotta) all’omicidio d’interesse per strappargli il brevetto, fino al fratricidio e all’eremitaggio coatto su istigazione della famiglia. Centoventi anni di illazioni non sono stati in grado di eliminare la nebbia che avvolge questa misteriosa storia del cinema primitivo. E il fatto che l’arte per eccellenza dell’immateriale abbia reso intangibile e invisibile il primo fra i suoi adepti, non fa che rimpolparne la leggenda. Buona visione.

Roundhay Garden Scene
di Louis Le Prince.
1887 | Durata: 2 secondi

Leeds Bridge
di Louis Le Prince.
1887 | Durata: 2 secondi

Info
La pagina wikipedia dedicata a Louis Le Prince.

Articoli correlati

  • Pordenone 2014

    Early Japanese Cinema a Pordenone: i gendaigeki

    Seconda parte del programma delle Giornate di Pordenone dedicato alle opere della collezione dell’Università Waseda, questa volta dedicata ai film di ambientazione contemporanea, i gendaigeki.
  • Pordenone 2014

    Early Japanese Cinema a Pordenone: i jidaigeki

    Il programma dedicato alle origini del cinema giapponese in cartellone alla 33esima edzione delle Giornate del Cinema Muto.
  • Corti

    L'arrivo di un treno alla stazione di La CiotatL’arrivo di un treno alla stazione di La Ciotat

    di , Il leggendario "primo film della storia del cinema", durante la visione del quale alcuni spettatori sarebbero fuggiti dalla sala.
  • Animazione

    Feline Follies RecensioneFeline Follies

    di Corto di indubbio valore storico, Feline Follies possiede la magica aura dell'animazione pionieristica, con le sue amabili ingenuità e le gag surreali...
  • Animazione

    In principio erano gli anime

    Queste brevi storie di buffi animaletti, creature leggendarie e monaci, influenzate dalla scuola americana ed europea e realizzate spesso con mezzi limitatissimi e senza strutture produttive, sono l'humus da cui sboccerà l'industria degli anime.

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento