Come ti rovino le vacanze

Come ti rovino le vacanze

di ,

Animato di buone intenzioni e di una sincera devozione per il film originale, Come ti rovino le vacanze non riesce a essere qualcosa di più dell’ennesimo remake-reboot di un prodotto di successo degli anni Ottanta: una festa d’anniversario animata di spirito nostalgico, blanda goliardia e comici talentuosi.

In vacanza da una vita

Trent’anni dopo la rovinosa vacanza di famiglia, Rusty Griswold, ormai padre maturo e pilota di una piccola compagnia aerea low cost, decide di ripetere il viaggio famigerato e di portare moglie e due figli al parco di Walley World. Noleggiata un’improbabile station wagon dell’Est Europa, la nuova famiglia è pronta a riprendere il road trip e a ripeterne tutte le improvvide avventure… [sinossi]

Nel 1983, National Lampoon’s Vacation fu un incredibile successo commerciale ma soprattutto culturale. La sanzione, dopo Animal House di John Landis (1978) che i comici del Saturday Night Live e l’irriverenza sguaiata di alcuni goliardici autori usciti da Harvard fossero un’accoppiata folgorante. Il film originale, nato da un articolo scritto da un giovane John Hughes poi trasformato da lui stesso in sceneggiatura, aveva un principio ingegnoso alla base: decostruire il mito della vacanza in famiglia per ridere di tutte le idiosincrasie del nucleo familiare americano medio e benestante (se trovate una somiglianza col progetto dei Simpson di Matt Groening, nati nel 1989, non è certo un caso).
Il nuovo Vacation, aka Come ti rovino le vacanze, nato dai due giovani autori di Come ammazzare il capo e Piovono polpette 2 (ovvero due film che molto devono alla commedia demenziale anni Ottanta), riprende lo stesso spirito e la struttura dell’originale, basata sul susseguirsi di sequenze autonome, quasi indipendenti se non fosse per le tappe del tour che percorrono da est a ovest gli States. Helms riprende il ruolo ingrato di Chavy Chase (qui nelle vesti di nonno bonario e sciroccato), adattandolo al temperamento più dolce e sfigato ben rodato con la trilogia di Una notte da leoni. Christina Applegate, al contrario, diventa una mamma più frustrata ma più audace e impetuosa di Beverly D’Angelo. Entrambi si adattano quindi ai nuovi caratteri tipici della commedia americana (romantico e sfortunato lui, modello Ben Stiller; aggressiva e repressa lei, modello Desperate Housewife), e altrettanto fanno tutti i comprimari chiamati a prendere parte alla festa d’anniversario (Chris Hemsworth, Leslie Mann, Charlie Day).

Stabiliti intenti e invitati, resta da capire la vera anima di questa festa, il detonatore che la porti a essere qualcosa di più di una rievocazione animata di spirito nostalgico e di comici talentuosi. Talvolta si intravedono lampi di nonsense puro e crudele (il raduno del bestiame al ranch; la scena-citazione della ragazza in Ferrari rossa) ma, messi all’interno del percorso sequenziale ereditato dal primo film, mostrano con più evidenza la debolezza delle scene più blande e la differenza sostanziale con esso. Non è certo nella somma delle parti che il primo Vacation è divenuto memorabile, ma nell’insieme: nella capacità di tracciare una serie di quadri sulla middle class americana, le sue passioni futili e gli stereotipi granitici sul resto mondo, vicino e lontano, con un fare bonario ma irriverente, spietato e condiscendente. Come ti rovino le vacanze, invece, non cerca quasi mai di oltrepassare questa linea fra analisi sociale ed esaltazione della cultura pop americana. Le buone intenzioni dei due autori e la loro sincera devozione per il film originale non bastano a realizzare qualcosa di più di un ennesimo remake-reboot di un prodotto di successo degli anni Ottanta, un’operazione commerciale in equilibrio fra nostalgismo midcult e film per famiglie. Finendo così per non raggiungere nessuna delle mete del suo viaggio, nè quelle in avanti nè quelle indietro nel tempo.

Info
Il trailer italiano di Come ti rovino le vacanze.
Come ti rovino le vacanze su Instagram.
Il sito italiano di Come ti rovino le vacanze.
  • Come-ti-rovino-le-vacanze-2015-Vacation-03.jpg
  • Come-ti-rovino-le-vacanze-2015-Vacation-05.jpg
  • Come-ti-rovino-le-vacanze-2015-Vacation-06.jpg
  • Come-ti-rovino-le-vacanze-2015-Vacation-07.jpg
  • Come-ti-rovino-le-vacanze-2015-Vacation-08.jpg
  • Come-ti-rovino-le-vacanze-2015-Vacation-09.jpg
  • Come-ti-rovino-le-vacanze-2015-Vacation-10.jpg
  • Come-ti-rovino-le-vacanze-2015-Vacation-11.jpg
  • Come-ti-rovino-le-vacanze-2015-Vacation-12.jpg
  • Come-ti-rovino-le-vacanze-2015-Vacation-13.jpg
  • Come-ti-rovino-le-vacanze-2015-Vacation-04.jpg
  • Come-ti-rovino-le-vacanze-2015-Vacation-14.jpg
  • Come-ti-rovino-le-vacanze-2015-Vacation-15.jpg
  • Come-ti-rovino-le-vacanze-2015-Vacation-16.jpg

Articoli correlati

  • Archivio

    Una notte da leoni 3 RecensioneUna notte da leoni 3

    di Todd Phillips con il terzo e conclusivo capitolo della saga, Una notte da leoni 3, riesce a recuperare cattiveria e demenzialità diffusa per un divertente action-movie picaresco.
  • Archivio

    Una notte da leoni 2 RecensioneUna notte da leoni 2

    di Secondo episodio della saga, Una notte da leoni 2 non regge comunque il confronto con l'originale, perché ne ricalca pedissequamente la struttura e l'unica vera novità è rappresentata da una spinta ancora maggiore sul pedale dell'eccesso fracassone.
  • Prossimamente

    Game Night RecensioneGame Night – Indovina chi muore stasera

    di , Commedia-action innervata di cultura pop e relativo gusto citazionista, con incursioni nel grottesco e persino nel gore, Game Night - Indovina chi muore stasera? di John Francis Daley e Jonathan Goldstein rivela una certa sagacia, ma anche un'alta dose di incoscienza.

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento