Uscite in sala 31 agosto 2017

Uscite in sala 31 agosto 2017

Con l’apertura della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia riapre ufficialmente la stagione cinematografica, e riparte dunque il settimanale appuntamento con le uscite in sala. A parte Dunkirk, il nuovo e già discusso film di Christopher Nolan, arriva con Lab80 Safari di Ulrich Seidl e trova spazio anche una piccola gemma del giovane cinema italiano, A Ciambra di Jonas Carpignano, già applaudito alla Quinzaine des réalisateurs. Poi, da lunedì, si potrà ritrovare anche Lynch con il suo capolavoro d’esordio Eraserhead, su cui non c’è bisogno di aggiungere molto…

 

DUNKIRK
di Christopher Nolan

Arriva finalmente in sala, dopo una lunga attesa e la pantomima di un embargo per la stampa valido evidentemente solo per l’Italia, visto che il film era uscito in tutto il resto del mondo, l’ultima fatica di Christopher Nolan, alle prese con un magniloquente – ma non privo di secchezze e di anti-retorica – affresco dell’assedio di Dunquerque che vide una delle maggiori disfatte alleate durante la Seconda Guerra Mondiale. Tra cromatismi di rara efficacia, riprese splendide e un ritmo narrativo mai calante, Nolan firma un’opera magari non coraggiosa ma di grande solidità, in grado di mostrare la potenza dell’immagine senza farvisi asservire. Da godere sul grande schermo e, per i pochi fortunati che si trovano a Melzo, in 70mm.

Centinaia di migliaia di truppe britanniche e alleate sono circondate dalle forze nemiche. Intrappolate sulla spiaggia con le spalle rivolte verso il mare, le truppe si trovano ad affrontare una situazione impossibile mentre il nemico si stringe intorno a loro. La storia si sviluppa tra terra, mare e aria. Gli Spitfire della RAF si sfidano col nemico in cielo aperto sopra la Manica in difesa degli uomini intrappolati a terra. Nel frattempo, centinaia di piccole imbarcazioni capitanate da militari e civili tentano un disperato salvataggio, mettendo a rischio le proprie vite in una corsa contro il tempo per salvare anche solo una piccola parte del proprio esercito… [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

SAFARI
di Ulrich Seidl

Tra i registi più divisivi degli ultimi decenni va senza dubbio annoverato il nome di Ulrich Seidl, cineasta austriaco che i più potrebbero ricordare per Canicola; esce in sala con Lab 80 (il che potrebbe rendere arduo il recupero…) il documentario che passò lo scorso anno al Lido, incentrato sulle gesta – si fa per dire – di ricchi e panciuti austriaci borghesi alle prese con l’uccisione di animali selvaggi in Africa. Il tema, e lo stile volutamente ‘scomodo’ di Seidl potrebbero creare non pochi problemi agli spettatori, ma va concessa comunque una possibilità a un cinema non semplice, che costringe a recuperare termini come morale dello sguardo ed etica, e a discuterne. E questa non è cosa da sottostimare…

Africa. Turisti tedeschi e austriaci in vacanza per cacciare nelle distese selvagge, dove antilopi, impala, zebre, gnu e altre creature pascolano a migliaia. Guidano nella boscaglia, si appostano, braccano le loro prede, sparano, singhiozzano per l’eccitazione e si mettono in posa davanti agli animali che hanno catturato. [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

A CIAMBRA
di Jonas Carpignano

Il miglior titolo italiano presentato quest’anno sulla Croisette è stata l’opera seconda di Jonas Carpignano che, per benevola sorte, riesce anche a trovare una distribuzione in sala grazie ad Academy Two. Non perdete l’occasione di incontrare l’opera di un giovane talento, che indaga una realtà sommersa e sulla quale si preferisce tacere – lo spicchio di terra calabro condiviso da migranti, popolazione rom e ‘ndrangheta – con uno sguardo lucido e partecipe, mai giudicante e carico d’umanità. Un piccolo gioiello.

In A Ciambra, una piccola comunità rom calabrese, Pio Amato non vede l’ora di crescere; a quattordici anni beve, fuma ed è uno dei pochi a muoversi con facilità tra le varie fazioni della zona – gli italiani, i rifugiati africani e i suoi compagni rom. Pio segue suo fratello maggiore Cosimo dappertutto, imparando i trucchi necessari per affrontare la vita sulle strade della loro cittadina. Quando Cosimo viene arrestato e le cose iniziano ad andare per il verso sbagliato, Pio cerca di provare a se stesso e alla sua famiglia di essere pronto a prendere il posto del fratello; ma presto scoprirà che esistono compromessi, nella vita reale, e scelte dolorose a cui si è costretti… [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

EASY – UN VIAGGIO FACILE FACILE
di Andrea Magnani

Tutt’altro che disprezzabile anche questo Easy, che arriva in sala con la Tucker Film dopo essere stato presentato a Locarno poco meno di un mese fa; una commedia non troppo usuale, ben scritta e interpretata con grazia da Nicola Nocella, astro nascente della recitazione italiana. Da maneggiare con grazia.

Ex campione di automobilismo, Isidoro detto Easy è caduto in depressione dopo aver perso la sua gara più importante, e ora passa le sue giornate davanti alla Playstation riempiendosi di psicofarmaci. Quando suo fratello, imprenditore non proprio attento ai diritti dei lavoratori, gli chiede di riportare a casa il corpo di un suo operaio morto per un incidente sul lavoro, Easy si imbarcherà in un lungo viaggio fino ai Carpazi: un viaggio che per l’uomo rappresenterà un insperato nuovo inizio. [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

LA PRINCIPESSA E L’AQUILA
di Otto Bell

Documentario didascalico ma non disprezzabile, il lavoro di Otto Bell lega immagini in grado di mozzare il fiato a un tentativo di discorso sul femminile, sul suo ruolo nel mondo culturale e sociale mongolo, sul rapporto tra umano e natura. Un lavoro stratificato, non sempre in grado di volare alto come l’aquila del titolo, ma che andrebbe proiettato, con ogni probabilità, nelle scuole medie e superiori.

Sulle montagne della Mongolia, l’addestramento dell’aquila è una tradizione millenaria esclusivamente maschile che si tramanda di padre in figlio. Ma Aisholpan non ci sta: ha solo tredici anni, eppure ha già deciso di diventare la prima addestratrice di aquile del Paese. Sotto la guida esperta di suo padre, la ragazza supererà ogni ostacolo che le si porrà di fronte, imparerà ad accudire la sua aquila e a farla volare, fino a dimostrare tutto il suo talento partecipando al Festival annuale che mette in competizione i più grandi addestratori della Mongolia. [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

LA STORIA DELL’AMORE
di Radu Mihaileanu

Radu Mihaileanu di colpe da espiare nel corso della sua carriera cinematografica ne ha sommate un numero non indifferente. A queste si aggiunge questo pessimo pastrocchio grondante melassa, inutili vezzi yiddish e una dose scadente (e scaduta) di autoironia. Un film da dimenticare in fretta e furia, sempre che siate così sventati da concedergli una possibilità…

C’era una volta un ragazzo, Léon, che amava una ragazza, Alma. Le aveva promesso che l’avrebbe fatta ridere per tutta la vita, ma la guerra li ha separati. Da un paesino della Polonia negli anni Trenta alla New York dei giorni nostri ripercorriamo la straordinaria storia d’amore tra Léo, l’uomo che è sopravvissuto a tutto e Alma, la donna più amata del mondo. Oggi un’altra Alma, adolescente newyorchese e contagiata dallo stesso virus meraviglioso dell’amore, vuole essere la donna più amata del mondo. Sembra che niente leghi Léo alla giovane Alma ma… [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

ERASERHEAD – LA MENTE CHE CANCELLA
di David Lynch

Se per voi questo film ha bisogno di presentazioni, oppure non avete idea di cosa si stia parlando, depennate dal vostro taccuino il termine cinefilo; l’esordio di David Lynch, assurto a ruolo di film-culto ma in realtà capolavoro a tutto tondo di poetica, estetica e paranoia visionaria, dovrebbe infatti essere il pane quotidiano per qualsiasi appassionato della settima arte. Se comunque per qualsivoglia motivo non siate ancora riusciti ad ammirarne la grandezza, ecco che a distanza di quaranta anni dalla sua realizzazione torna per miracolo nelle sale della penisola bagnata dal Mediterraneo. Ora di scuse proprio non ne avete…

Henry Spencer è un tipografo che vive in una squallida città. Un giorno, rientrando a casa, la vicina lo informa della chiamata della sua fidanzata, Mary, che lo invita a cenare a casa sua. Henry, arrivato a casa della ragazza, conosce i suoi bizzarri genitori. Dopo la cena la madre prende in disparte Henry chiedendogli se ha fatto l’amore con Mary; alla risposta affermativa del ragazzo, la signora gli rivela che Mary ha partorito un feto… [sinossi] Immagine anteprima YouTube

 

Questa settimana escono anche La vita in comune (2017) di Edoardo Winspeare, Open Water 3 – Cage Dive (2017) di Gerald Rascionato, Un profilo per due (2017) di Stéphane Robelin, Io è morto (2014) di Alberto De Venezia. Buona visione!

Info
Il sito ufficiale di Dunkirk.

Articoli correlati

  • Notizie

    Uscite in sala 14 settembre 2017

    Settimana all'insegna dell'animazione con Cars 3, Gatta Cenerentola e (per due giorni) anche In questo angolo di mondo di Sunao Katabuchi, dal respiro "ghibliano". Da non sottovalutare Barry Seal di Doug Liman...

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento