I Mille Occhi 2019 – Presentazione

I Mille Occhi 2019 – Presentazione

Sarà l’effige di Mary Nolan, diva degli anni Trenta con una carriera tra Hollywood ed Europa, a simboleggiare la XVIII edizione de I Mille Occhi, in programma dal 13 al 18 settembre al Teatro Miela a Trieste.

L’immagine di Mary Nolan, che sarà l’effige della prossima edizione de I Mille Occhi (la 18esima), in programma dal 13 al 18 settembre al Teatro Miela a Trieste, è presa da un fotogramma di Outside The Law (1930) di Tod Browning, per un’attrice dalla vita triste, che seppe ribellarsi allo strapotere maschile del cinema. Il titolo della manifestazione di quest’anno, La macchina ammazzacattivi, rende omaggio anche a Roberto Rossellini.

Ben undici i percorsi proposti quest’anno da I Mille Occhi, festival che come sempre si segnala per la cura filologica estrema con cui i film vengono proiettati. Così il film friulano Maria Zef (1981) di Vittorio Cottafavi, da poco restaurato dal Museo Nazionale del Cinema di Torino insieme alla Cineteca del Friuli, verrà presentato nell’originale formato in 35mm, subito dopo essere passato in digitale tra i classics della Mostra del Cinema.

I Mille Occhi quest’anno omaggia Franco Piavoli, cui verrà assegnato il Premio Anno Uno. Dell’autore di Il pianeta azzurro e Nostos, verrà proposta una personale completa, con la proiezione delle copie da lui stesso fornite. Altra presenza al festival è quella del regista austriaco Peter Schreiner, oggetto di una rassegna in corso a Vienna, curata da Olaf Möller. Regista e curatore saranno presenti a Trieste per presentare la proiezione de I Cimbri e Bellavista.

Presente al festival anche la giornalista e scrittrice triestina Marina Silvestri che a Trieste presenterà la sua indagine su Anna Gruber, segretaria di edizione dei tre film del percorso Germogli, Il trittico lacerato di Pietro Germi – Il ferroviere, L’uomo di paglia, Un maledetto imbroglio – oltre a un’anticipazione del suo volume sui progetti cinematografici irrealizzati di Linuccia Saba, figlia del grande poeta. Inoltre il festival proporrà un omaggio al genio comico di Laurel & Hardy, con una selezione dei loro film, nelle versioni doppiate in italiano da Zambuto & Sordi, con quelle espressioni verbali diventate ormai un classico.

I Mille Occhi approda ancora una volta al traguardo, rocambolescamente, nonostante le traversie di cui la manifestazione è stata vittima, relative alla mancanza dei tradizionali finanziamenti. La manifestazione, fondata e curata con grande passione cinefila da Sergio M. Grmek Germani, rappresenta un piccolo gioiello nel panorama festivaliero, italiano e non. Sarebbe stato uno scempio se fosse stata cancellata.

Articoli correlati

  • Festival

    I Mille Occhi 2018 PresentazioneI Mille Occhi 2018 – Presentazione

    Apre con Il regno del terrore, il film di Anthony Mann ambientato durante la Rivoluzione francese, e chiude con Un uomo a metà, lo straordinario viaggio psicanalitico di Vittorio De Seta, la 17esima edizione de I mille occhi di Trieste, curato da Sergio Grmek Germani, dal 14 al 20 settembre al Teatro Miela, di cui anche quest'anno Quinlan è media partner.
  • Festival

    I Mille Occhi 2017 – Presentazione

    Si tiene dal 15 al 21 settembre a Trieste la 16esima edizione de I Mille Occhi, con ospiti d'onore l'attrice Dagmar Lassander e il cineasta greco Dimos Theos, cui sarà consegnato il Premio Anno Uno.
  • Bellaria 2017

    Sagre balere

    di Il vincitore della trentacinquesima edizione del Bellaria Film Festival è Sagre balere di Alessandro Stevanon, racconto della vita quotidiana attraverso lo sguardo alle sale da ballo e alle feste di piazza dell'Italia del nord. Un'epopea a passo di liscio.
  • Archivio

    I cormorani

    di I cormorani di Fabio Bobbio è con ogni probabilità il miglior esordio italiano degli ultimi anni, una scheggia di cinema del reale che non teme la scrittura, ispirato viaggio nella 'quasi' adolescenza.
  • Festival

    I Mille Occhi 2016 – Presentazione

    Si apre con Nostra Signora dei Turchi di Carmelo Bene, alla presenza della protagonista Lydia Mancinelli, la quindicesima edizione del festival I Mille Occhi, di cui anche quest'anno Quinlan è media partner e che si terrà a Trieste dal 16 al 22 settembre. Con anteprima a Roma, alla Sala Trevi, il 13 e il 14.
  • Locarno 2016

    Intervista a Franco Piavoli

    Franco Piavoli ha presentato al Festival di Locarno il suo ultimo lavoro Festa. Un'occasione per parlare con lui di cinema, antropologia, riti e stagioni della vita.
  • Locarno 2016

    Festa

    di Franco Piavoli torna alla regia per immortalare la "sera del dì di festa", tra Leopardi e Pascoli. Un viaggio tra il poetico e l'antropologico.
  • Torino 2013

    Habitat [Piavoli]

    di , Un documentario d'osservazione dedicato a Franco Piavoli, maestro dimenticato del nostro cinema, che però finisce per perdersi in una manierata ricerca della bella immagine.

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento