Explaining the Law to Kwame
Presentato in concorso al 31° Fid Marseille, Explaining the Law to Kwame è un cortometraggio, già concepito come videoinstallazione, dell'artista israeliano Roee Rosen, che riflette, con suggestioni kafkiane, sul sistema legale e giudiziario del suo paese in rapporto alla politica di occupazione palestinese. Leggi tutto
Gyres 1-3
Presentato in concorso al 31° Fid Marseille, Gyres 1-3 è un lavoro dell'artista Ellie Ga che si basa sulla suggestione delle grandi correnti circolari oceaniche che trasportano detriti, inventando un movimento filmico di immagini, strutturato esso stesso come un flusso, come un vortice. Leggi tutto
Il re di Staten Island
Judd Apatow torna alla regia con Il re di Staten Island, romanzo di formazione con protagonista Pete Davidson, giovane commediante che porta in scena anche molti dettagli della sua vita privata. Il risultato è una commedia forse più gracile del solito, ma in grado di svelare la disarmante dolcezza del cinema di Apatow. Leggi tutto
Goodbye Mister Wong
Presentato in concorso al 31° FID Marseille, Goodbye Mister Wong rappresenta l'esordio al lungometraggio di fiction per il regista indipendente marsigliese Kiyé Simon Luang che torna alle proprie origini, nel Laos, dove sono ambientate storie tra vecchi e nuovi colonialismi. Leggi tutto
C’est Paris aussi
C’est Paris aussi è l'ultima opera di Lech Kowalski, radicale come nel suo stile, che si fonda sul confronto di marginalità di personaggi apolidi, un nativo americano che incontra gli immigrati dei sobborghi parigini. Leggi tutto
Il delitto Mattarella
Con Il delitto Mattarella Aurelio Grimaldi continua il suo racconto della Sicilia, della Storia e della politica, affrontando di petto uno dei casi emblematici del potere mafioso. Ne viene fuori un film sinceramente indignato ma non privo di eccessi di retorica. Leggi tutto
Im Feuer
Presentato nella sezione Perspektive Deutsches Kino della 70 Berlinale, Im Feuer racconta, attraverso la storia di due sorelle soldate, la resistenza curda alla minaccia dell'Isis. La regista Daphne Charizani affronta il tutto attraverso la sua sensibilità femminile e di persona scissa tra due culture. Leggi tutto