Ribelle – The Brave

Ribelle – The Brave

di ,

Scritto a più mani da Mark Andrews, Steve Purcell, Brenda Chapman e Irene Mecchi e diretto da Andrews e dalla Chapman, Ribelle – The Brave sarebbe “perfetto” se fosse un film esclusivamente Disney. La sensazione, per la prima volta dopo anni, è di trovarsi di fronte a un ibrido, a un nuovo prodotto che possiede indubbiamente le caratteristiche tecniche della Pixar, ma che si muove su territori della Casa del Topo.

Che botte se incontri gli orsi

In un’aspra e mitica Scozia, l’irruente Merida, figlia di re Fergus e della regina Elinor, preferirebbe diventare arciere, un desiderio che contrasta con le aspettative che sua madre ha per lei. Determinata a costruirsi la propria strada nella vita, Merida si oppone a una secolare tradizione sacra ai signori della terra: il massiccio Lord MacGuffin, il burbero Lord Macintosh e l’irascibile Lord Dingwall. Le azioni di Merida involontariamente scatenano il caos e la furia del regno, e quando si rivolge a un’eccentrica donna anziana per chiederle aiuto, il suo sfortunato desiderio viene esaudito. Il conseguente pericolo costringe Merida a scoprire il significato del vero coraggio al fine di distruggere una tremenda maledizione prima che sia troppo tardi… [sinossi]

Avventuroso, femminista, divertente, ironico. E poi i (consueti) rimandi al cinema di Hayao Miyazaki, l’abbacinante perfezione grafica degli animali (gli orsi, il cavallo), la folta chioma rossa della protagonista, con ogni singolo capello che sembra vivere di vita propria. Ci sono ritmo, azione e buoni sentimenti nel nuovo film della Pixar, la solita perizia tecnica, l’assoluto splendore della computer grafica, la minuziosa esaltazione di tutti i pixel, dalla prima all’ultima inquadratura.
Ribelle – The Brave, scritto a più mani da Mark Andrews, Steve Purcell, Brenda Chapman e Irene Mecchi e diretto da Andrews e dalla Chapman, sarebbe “perfetto” se fosse un film esclusivamente Disney, un significativo passo in avanti tecnico-artistico-narrativo rispetto ai precedenti Bolt – Un eroe a quattro zampe e Rapunzel – L’intreccio della torre – anche considerando il redivivo comparto 2D con La principessa e il ranocchio [1]. E sarebbe addirittura “miracoloso” se a produrlo fosse stata la DreamWorks Animation, avversaria della Pixar in cronico e probabilmente incolmabile ritardo.

Ribelle è invece una creatura di Lasseter e soci, di una casa di produzione che rappresenta per l’animazione commerciale occidentale una sorta di Terra di Mezzo, di luogo magico in cui autorialità e box office si intrecciano fruttuosamente. Era quindi lecito aspettarsi di più, in linea con le soluzioni narrative di Wall-E di Andrew Stanton (il lunghissimo incipit privo di dialoghi) e Up di Pete Docter e Bob Peterson (lo struggente flashback della love story tra Carl e Ellie) o con il crescendo della trilogia di Toy Story, che culmina con le atmosfere drammatiche e persino orrorifiche di alcune sequenze di Toy Story 3 – La grande fuga di Lee Unkrich  (l’inquietante bambolotto e la scena nella discarica).

La sensazione, per la prima volta dopo anni, è di trovarsi di fronte a un ibrido, a un nuovo prodotto che possiede indubbiamente le caratteristiche tecniche della Pixar, ma che si muove su territori della Casa del Topo. Dopo i tanti tentativi non andati a buon fine di rinnovare l’icona della eroina/principessa disneyiana, da La Bella e la Bestia (1991) di Gary Trousdale e Kirk Wise a Mulan (1998) di Tony Bancroft e Barry Cook, passando per Pocahontas (1995) di Eric Goldberg e Mike Gabriel, è proprio il binomio Pixar-Disney a plasmare l’erede di Biancaneve e Cenerentola: Merida rappresenta la rinascita e l’aggiornamento dell’icona femminile disneyiana, che alle scarpette di cristallo e al principe azzurro preferisce l’arco, le frecce e un possente stallone (ecco, non fraintendiamo). Insomma, action, avventura, orsi feroci e nemmeno un briciolo di passività: Merida corre, salta, combatte, rompe le tradizioni e, pur in salsa zuccherina, mette in dubbio l’autorità paterna e materna. Nel nuovo film della Pixar/Disney gli uomini combattono e le donne vincono.

Ribelle – The Brave vale il prezzo del biglietto ed è difficile trovare un pixel fuori posto. Buoni sentimenti, avventura e gag comiche si intrecciano piacevolmente. L’estetica è seducente. Eppure, nonostante tutto questo sfarzo, attendiamo con un filo di preoccupazione le prossime produzioni della Pixar (& Disney).

Note
1.
Discorso a parte per il gioiellino Winnie the Pooh – Nuove avventure nel Bosco dei 100 Acri (2011), romantico tuffo nel passato, tra atmosfere garbate e un’animazione che sembra quasi coccolare l’orsetto creato da Alan Alexander Milne.
Info
Il sito italiano di Ribelle – The Brave.
Ribelle – The Brave su facebook.
Ribelle – The Brave su twitter.
I giochi online di Ribelle – The Brave.
  • ribelle-the-brave-animazione-2012-Mark-Andrews-Brenda-Chapman-01.jpg
  • ribelle-the-brave-animazione-2012-Mark-Andrews-Brenda-Chapman-02.jpg
  • ribelle-the-brave-animazione-2012-Mark-Andrews-Brenda-Chapman-04.jpg
  • ribelle-the-brave-animazione-2012-Mark-Andrews-Brenda-Chapman-05.jpg
  • ribelle-the-brave-animazione-2012-Mark-Andrews-Brenda-Chapman-06.jpg
  • ribelle-the-brave-animazione-2012-Mark-Andrews-Brenda-Chapman-07.jpg
  • ribelle-the-brave-animazione-2012-Mark-Andrews-Brenda-Chapman-08.jpg
  • ribelle-the-brave-animazione-2012-Mark-Andrews-Brenda-Chapman-09.jpg
  • ribelle-the-brave-animazione-2012-Mark-Andrews-Brenda-Chapman-10.jpg
  • ribelle-the-brave-animazione-2012-Mark-Andrews-Brenda-Chapman-11.jpg
  • ribelle-the-brave-animazione-2012-Mark-Andrews-Brenda-Chapman-12.jpg
  • ribelle-the-brave-animazione-2012-Mark-Andrews-Brenda-Chapman-13.jpg
  • ribelle-the-brave-animazione-2012-Mark-Andrews-Brenda-Chapman-14.jpg
  • ribelle-the-brave-animazione-2012-Mark-Andrews-Brenda-Chapman-15.jpg
  • ribelle-the-brave-animazione-2012-Mark-Andrews-Brenda-Chapman-16.jpg
  • ribelle-the-brave-animazione-2012-Mark-Andrews-Brenda-Chapman-17.jpg
  • ribelle-the-brave-animazione-2012-Mark-Andrews-Brenda-Chapman-18.jpg
  • ribelle-the-brave-animazione-2012-Mark-Andrews-Brenda-Chapman-19.jpg
  • ribelle-the-brave-animazione-2012-Mark-Andrews-Brenda-Chapman-20.jpg
  • ribelle-the-brave-animazione-2012-Mark-Andrews-Brenda-Chapman-21.jpg
  • ribelle-the-brave-animazione-2012-Mark-Andrews-Brenda-Chapman-22.jpg
  • ribelle-the-brave-animazione-2012-Mark-Andrews-Brenda-Chapman-23.jpg
  • ribelle-the-brave-animazione-2012-Mark-Andrews-Brenda-Chapman-24.jpg
  • ribelle-the-brave-animazione-2012-Mark-Andrews-Brenda-Chapman-25.jpg
  • ribelle-the-brave-animazione-2012-Mark-Andrews-Brenda-Chapman-26.jpg
  • ribelle-the-brave-animazione-2012-Mark-Andrews-Brenda-Chapman-27.jpg
  • ribelle-the-brave-animazione-2012-Mark-Andrews-Brenda-Chapman-28.jpg

Articoli correlati

  • Animazione

    Monsters University

    di Mike Wazowski e James P. Sullivan e i loro anni di college. La Pixar colpisce ancora con il prequel Monsters University, diretto da Dan Scanlon.
  • Animazione

    Monsters & Co. 3D

    di , , Mostropoli è una ridente città dove risiedono mostri di ogni tipo. Sulley e Mike sono il miglior team di spavento alla Monsters & Co...
  • Animazione

    Alla ricerca di Nemo 3D

    di , Il lungo e avventuroso viaggio del pesce pagliaccio Marlin, un padre eccessivamente protettivo, e di suo figlio Nemo. I due si separano nella Grande Barriera Corallina quando Nemo viene inaspettatamente strappato alla propria amata casa...
  • Animazione

    Cars 2 RecensioneCars 2

    di , La popolare macchina da corsa Saetta McQueen e il suo incomparabile carro attrezzi Cricchetto devono attraversare l’oceano per partecipare al primissimo Grand Prix Mondiale...
  • Animazione

    Rapunzel – L’intreccio della torre

    di , Flynn Rider, il bandito più ricercato e più affascinante del regno, si ritrova costretto a stringere un patto con una ragazza dai lunghissimi capelli d'oro che vive imprigionata all'interno di una torre...
  • Animazione

    Toy Story 3 RecensioneToy Story 3 – La grande fuga

    di Il sapore agrodolce di Toy Story 3, nella sua armoniosità conclusiva, è assai più gustoso dell'inutile e intestardito replicarsi delle saghe della Dreamworks, con l'orco Shrek, il panda Po e i viziati animali newyorchesi...
  • Animazione

    Up-Pixar-2009Up

    di , Carl Fredricksen è un anziano signore che per tutta la vita ha sognato di girare il mondo, ma ha dovuto scontrarsi coi problemi della realtà quotidiana come le bollette e gli acciacchi dell'età. Quando la vita sembra non offrirgli più tempo per realizzare il suo sogno...
  • Animazione

    WALL-E RecensioneWALL-E

    di Nella sua prima parte, WALL-E vive sul racconto visivo, sulle espressioni dei tre personaggi. Due robot e un insetto. Nessuna parola, solo suoni. In questo senso, WALL-E è un prodigioso atto di coraggio.
  • Animazione

    Frozen – Il regno di ghiaccio

    di , La Disney riporta in auge una delle fiabe più note di Hans Christian Andersen, già alla base del capolavoro di Lev Atamov.
  • Animazione

    Epic – Il mondo segreto

    di Mary Katherine, un'adolescente che ha perso la madre e che deve ricucire il rapporto con l'eccentrico padre, scopre casualmente un mondo fantastico nel bosco...
  • Animazione

    Inside Out RecensioneInside Out

    di , In una fase produttiva contrassegnata da troppi sequel, la Pixar ritrova in Pete Docter e nel suo Inside Out le certezze degli anni passati. Una pellicola sfavillante nei colori, nel ritmo e nella scrittura, come sempre pensata, calibrata e realizzata per essere family friendly dal primo all’ultimo pixel.
  • Festival

    Festival di Roma 2015Roma 2015

    Il Festival del Film di Roma 2015, dal 16 al 24 ottobre, giunto alla decima edizione. Come già l'anno scorso, si conferma il ritorno all'idea di Festa. Con quali risultati?
  • Notizie

    Il ruggito della Pixar

    La consegna del Leone d’Oro alla carriera a John Lasseter, Peter Docter, Andrew Stenton, Lee Unkrich e Brad Bird consacra artisticamente il lavoro e gli uomini chiave della Pixar. L'avventura continua...
  • Animazione

    alla-ricerca-di-doryAlla ricerca di Dory

    di , Tredici anni dopo le avventure di Nemo, Lasseter e soci cercano di trovare il giusto equilibrio tra creatività e corsa al box office. I pixel sfavillanti, l'elogio della diversità e i buoni sentimenti declinati in uno script vivace non cancellano però le perplessità sulle scelte e sul futuro creativo della Pixar.
  • Animazione

    Coco

    di , Ridotto all'osso, l'impianto narrativo di Coco si rivela piuttosto semplice, molto classico. Ma è appunto questa la parola ricorrente e magica, quel punto d'arrivo inseguito per anni da Lasseter e soci: classico, Classici. Coco è un “Classico della Pixar”.
  • Animazione

    Toy Story Tutto un altro mondo Recensione | Quinlan.itToy Story – Tutto un altro mondo

    di Special televisivo scritto e diretto da Steve Purcell nel 2014, Toy Story - Tutto un altro mondo è una giocosa avventura dai contorni fantasy in grado di condensare e riproporre in una ventina di minuti alcuni dei temi chiave dell'universo immaginifico pixariano.
  • Animazione

    Toy Story of Terror RecensioneToy Story of Terror!

    di MacLane ci regala una rivisitazione della sequenza della doccia di Psyco, affida al pedante Pricklepants la puntuale analisi del genere horror/thiller, mantiene elevato il ritmo e la tensione. Ma soprattutto coglie in pieno lo spirito della saga di Toy Story...
  • Animazione

    Gli Incredibili 2 RecensioneGli Incredibili 2

    di Il ritorno della famiglia Parr non fuga i dubbi sul nuovo corso della Pixar, su una modalità produttiva assai distante dagli anni Novanta e Duemila e sempre più prossima alla castrante politica disneyana.

COMMENTI FACEBOOK

Commenti

Lascia un commento